rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Sport

Fulgor Libertas il cuore su tutto: battuta Biella 83-79

Grande prova di squadra (impreziosita da un maestoso impatto di Ty Abbott sia in attacco con 32 punti sia in marcatura sullo spauracchio Voskuil) per Forlì che nel finale rischia ma riesce a fermare la mai doma Angelico.

La chiave di lettura del successo scacciapensieri (bye bye ultimo posto) di Forlì sulla sempre “tignosa” Angelico, sta tutto in quel che troverete in calce a questa cronaca: il tabellino. Tutti i biancorossi messi in campo da coach Finelli (tra cui il dolorante e in fortissimo dubbio Andrija Zizic) hanno infatti portato il loro contributo alla nobile causa. Oltre a Ty Abbott autore di una prova giustamente definita dal suo tecnico “da giocatore totale” (32 punti con 6/9 da tre punti e minuti di difesa grondanti pece sul temutissimo bomber statunitense-danese Alan Voskuil), tutti i galletti hanno messo a referto punti, rimbalzi, energia. Dal solito Santo Sani Becirovic (uno che nella sfera ci legge davvero il futuro) passando per il poker italiano Carraretto-Frassineti-Saccaggi-Bruttini magari non superbi alla voce percentuali ma capaci d'imprimere sempre un “la” sempre positivo alla gara, per finire nell'inatteso Andreaus, in mischia nei momenti topici e semplicemente perfetto (2 punti, un rimbalzo offensivo e un assist). Grazie a tutti questi ingredienti Forlì ha tenuto in pugno la barra per tutti e 40 i minuti concedendosi, però, il gusto del rischio, ovvero, nel caos generale degli ultimi 3 minuti alimentato dalla gestione arbitrale poco lineare (il tecnico Corbani se ne lamenterà in sala stampa ma pure Forlì potrebbe dir qualcosa), ad appena un minuto dalla fine, sul 78-74, lasciando a Voskuil la palla del -1. Che la guardia, fortunamente, ha sbagliato.

Fulgor vs Biella (foto Alessandra Salieri)

Carraretto sporca per la prima volta in stagione la colonnina dei liberi per segnare il supplementare che vale il +1, 5-4 (1'30”). Lo spunto accende Forlì tutta: dagli spalti volano i primi fischi al sempre “amato” Alan Voskuil mentre in campo la difesa si stringe come una morsa sui giovani portatori di palla piemontesi. Sulle sfere recuperate Abbott mette puntelli (5 punti, 12-4, 3'10”). Alla fuga romagnola (13-4, 3'50”) d'intralcio è la solidissima guardia-ala Raymond (13-8). Si mostra ma in chiave negativa anche Voskuil che si fa fischiare tecnico per proteste (16-8). I soliti vuoti nelle maglie difensive e un po' di disattenzioni nella costruzione non restituiscono in vantaggio la superiorità sul campo dei forlivesdi. Laquintana ne approfitta per sciogliere l'impasse piemontese (16-13). Fedeli al ritmo zoppicante è Carraretto a riportare dall'arco in su Forlì (19-13, 7'). Forlì tiene la rotta: Bruttini, Saccaggi e Frasso remano per il 28-21 del 10'. Nel secondo periodo Corbani alza subito il tonnellaggio buttando oltre a Berti, Lombardi e Infante. Bruttini, in gran serata, risponde presente sia a rimbalzo sia nei recuperi: suo l'assist a Saccaggi, dopo aver ripreso palla a metà campo, per la prima fiammata del tempo (32-23, 13'). Ma l'FL proprio non ne vuol sapere - saranno la regia volenterosa ma arruffata di Saccaggi e gli schemi troppe volte saltati? - di scappare e lascia varchi nei quali Biella s'insinua (bomba De Vico, 32-28). Di nuovo sul parquet il premiato tandem Sani-Zizic (per il pivot 2 recuperi e due rimbalzi offensivi in serie) fa subito frutti (39-30, 15'40”) ma il 3° fallo del centrone smorza l'assedio. Biella non ha, comunque, idee per far davvero paura e il tempo evapora in mano locale per 42-34. L'Angelico rientra astiosa in campo dall'intervallo. Saccaggi per Sani in regia ne paga lo scotto: Forlì è poco lineare (42-38) e l'immaginifico 4° fallo fischiato a Zizic a 22'28” certo non giova. Lombardi si conferma grande prospetto ma il frangente è sotto il segno di Ty che piazzandone 8 a stretto giro tira su un muro invalicabile: 52-42 (24'30”). E' il momento della svolta, quello nel quale la Fulgor Libertas prova a mettersi il match in tasca. Frasso dopo aver forzato un paio d'entrate si redime recuperando palla da Lombardi e prendendo fallo duro dallo stesso campione europeo under 21. L'antisportivo fischiato a Carraretto su Reynolds (e che sortisce un solo punto, 57-46) non rattrappisce lo sforzo romagnolo che con il solito Abbott sale al massimo vantaggio: +15, 63-48 (29'15”). Il gioco un po' s'infiasca e liberi a nastro per Voskuil evitano il tracollo piemontese che va al 30' a -11, 63-52. Un buon gruzzolo per la volata dell'ultima frazione. Abbott monumentale su Voskuil e ispirato dalla lunga è la cifra del IV periodo che vede comunque i biellese trovare energie per il tutto per tutto. Prima il talento Laquintana poi Reynolds dopo un pasticcio locale in contropiede mettono in chiaro che sarà dura per i ragazzi forlivesi: 67-61 (33'24”). Finelli chiama time out, ne lascia buona metà a Sani perché indottrini i compagni, poi cambia Carraretto per Andreaus. Scelta coraggiosa ma subito efficace. Accennato a inizio articolo, è il momento dei fischi incomprensibili della terna arbitrale. Non punito un antisportivo clamoroso di Reynolds pronta la compensazione con un tecnico a Laquintana. Il risultato del libero e palla è il migliore possibile perché Abbott ci mette lo zampino dalla distanza: 71-62 (34'30”). Mentre Zizic dice “presente”, Biella va in bambola. Corbani si fa fischiare tecnico e Andreaus, con 3' alla fine, segna +13, 78-65. Non c'è da festeggiare finché in campo trotterella il bombardiere Voskuil: la guardia oltre a prendersi a parole un po' con tutti (che simpatia il ragazzo) ne mette 6. Al 39' Biella è a un passo, 78-74. Proprio nelle mani del tiratore carambola la palla del -1 ma lui, fortunatamente, la sbaglia. Con neanche un primo da giocare, Zizic prende un rimbalzo in attacco fondamentale. Frassineti in lunetta fa 1su2 (79-74, 22”), Voskuil stavolta da 8 metri punisce (79-77) ma Abbott chiude i conti con un bel 2su2 dalla libera (81-77, 39'51”). Mentre né De Vico né Becirovic fanno il 100% alla roulette dei falli sistematici l'errore da 4 metri di Reynolds a 4” sigilla definitivamente la partita sul 83-79.

FULGOR LIBERTAS FORLì 83
ANGELICO BIELLA 79
PARZIALI – 28-21; 42-34; 63-52
ARBITRI – Cappello, Calogero, Bianchini

FULGOR LIBERTAS – Abbott 32, Becirovic 15, Carraretto 8, Frassineti 4, Zizic 7, Bruttini 6, Saccaggi 9, Andreaus 2, Saletti ne, Criveto ne, Brighi ne. All.: A. Finelli

ANGELCO BIELLA – Chillo 2, Laquintana 10, Infante 2, Lombardi 11, Berti 5, Raymond 17, Chiavassa ne, Voskuil 15, De Vico 17, Danna ne, Marzaioli ne. All.: M. Corbani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fulgor Libertas il cuore su tutto: battuta Biella 83-79

ForlìToday è in caricamento