menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket, è una Fulgor Freeman dipendente

Dopo il trittico contro gli universitari USA, finalmente antipasto di campionato "vero" per la FulgorLibertas che incrocia e batte la Fileni Jesi per 99 a 93. Buone le prestazioni di Freeman e Campani

Dopo il trittico contro gli universitari USA, finalmente antipasto di campionato “vero” per la FulgorLibertas che incrocia e batte la Fileni Jesi per 99 a 93. Al di là del punteggio, sicuramente più interessanti le prestazioni dei singoli Freeman e Luca Campani, autori di 25 punti a testa. Meno brillanti i giudizi sul gioco di squadra mostrato dai biancorossi, specie in difesa. D'altronde l'assenza di Huff (impegnato agli Europei con la nazionale finlandese) e coach Vucinic non possono non pesare.

Per Jesi, l'asse Hoover-Maggioli dimostra la solidità auspicata dalla società marchigiana: dalle mani dei due pilastri passeranno i destini salvezza della Fileni.

Primo tempo – Forlì guadagna la testa (7-4, 2'30”) ma la difesa è blanda e l'attacco troppo scolastico per prender il largo. Sotto il cesto Jesi può così guadagnare il suo primo vantaggio (9-12, 4') con Maggioli (4) e Brooks (8) a palesare le difficoltà di Easley a reggere l'urto dei pari ruolo. Nardi rimette le cose in equilibrio (cesto più fallo per il 19-19 al 7') ma i colpi dell'ala colored e Hoover (5) accendono l'Aurora che fugge a +5, 21-26 (9'). Freeman lima sulla sirena (23-26) un primo quarto tutto pro Jesi. Equilibrio a fiumi nei secondi 10 minuti.

Forlì ritrova la parità dopo tre giri lancette (29-29) e Maggioli rimpolpa il suo bottino anche dall'arco (34-34, 15'). Girata la metà II periodo, i biancorossi – seguiti da almeno 800 appassionati, tra i quali anche il presidente di LegaDue, Marco Bonamico – provano a rompere il ritmo, spingendo sull'acceleratore con Nardi e Freeman a far danni in penetrazione. Pure Easley, davanti al tutt'altro che temibile Dolic, riesce a carburare insaccando 5 punti. Al 18' un antisportivo su Freeman di Migliori consegna a Forlì il massimo vantaggio: +7, 46-39. Hoover però riprende le briglie del gioco e Jesi respira chiudendo il 20', 50-48.

Secondo tempo – La ripresa vede salir sul palco le rispettive punte offensive: Freeman (7 punti in 3') e Maggioli (6) insegnano pallalcesto punzecchiando difese a dir poco naif. Dopo 5', Forlì ha la testa avanti (65-62) e conserva un leggero predominio nonostante lo spauracchio Brooks ritrovi confidenza col cesto (4). Si procede in stile 'tira e molla' non particolarmente degno di nota se non una fiammata romagnola firmata Easley-Nardi (schiaccione del verticale pivot USA in testa alla difesa marchigiana e successivo contropiede esplosivo del play) scaldano il già torrido PalaRomiti (74-70, 29').

L'ultimo quarto, con le energie a scemare lentamente, non mutano musica anzi: sulle tavole dell'impianto di via Sapinia è sempre e solo corri e tira. Nel marasma spiccano i singoli, in primis Luca Campani che mostra i muscoli insaccando 8 punti consecutivi (88-83, 34'30”). Jesi tenta il recupero poggiando su un Migliori fino a quel punto abulico, ma Freeman firma il massimo vantaggio della serata (91-83, 35') blindando di fatto il successo per i suoi colori. Con Hoover in panca la Fileni alza bandiera bianca e Nardi e Campani possono alzare l'asticella dei punti fino al 99-93 che sigilla la gara.

TABELLINO

FulgorLibertas Forlì 99 - Aurora Jesi 93 (23-26, 50-48, 76-72)

MARCOPOLOSHOP.IT FULGORLIBERTAS – Nardi 16, Borsato 2, Freeman 25, Campani 25, Easley 17, Casoli 10, Colosio, Natali, Michelon. N.e. Bianchi. All. Colombo

FILENI JESI – Maggioli 23, Battisti, Hoover 19, Migliori 9, Ginesi, Bargnesi, Di Giacomo 4, Brooks 17, McConnell 11, Dolic 9, Bruzzuchesse. All. Cioppi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento