menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FulgorLibertas, a Jesi il primo round di Coppa: finisce 74-76

Forlì cede solo nel finale a un'Aurora più solida e forte del talento di Maggioli. Prove speculari per Roderick e Todic: la guardia USA parte fortissimo per spegnersi nel finale mentre l'ala montenegrina guida l'ultimo testa testa.

Più della tecnica e ancor meno del cuore (quello Forlì ne ha copiosamente) poté la forza e la maggior atleticità. Il turno d'andata degli ottavi di Coppa Italia, se lo mette in tasca Jesi per 74-76 – un divario ribaltabile nel ritorno di domenica in casa della Fileni –; Aurora bravissima, prima a recuperare dal -4 a 2'30” dal gong, poi a sfruttare nel serrato testa a testa finale, tutte la classe e la potenza dei suoi lunghi, il pivottone Michele Maggioli e l'esplosivo rookie Griffin autore del cesto decisivo a 2” dal termine.

Senza Bernardo Musso (per lui si prospetta una settimana di indagini per diagnosticare la causa del suo affaticamento) con poche armi nel perimetro, la FulgorLibertas ha tentato di sopperire a un evidente gap organizzativo con lo spirito, Spencer metronomo regolarissimo e Todic versione diesel (male in avvio, padrone nel finale con 12 punti negli ultimi 10'). Malino Roderick partito ruggendo poi limitato dai falli.

Primo quarto – Subito le stelle in spolvero per Forlì Spencer (rubata e contropiede) e Todic (giuro e tiro): 4-0, 1'30”. Griffin mette le ali, sfrutta agilità superiore, spingendo con 4 punti il primo break jesino: 7-8, 3'. La replica forlivese è immediata: ad accender la miccia è Tessitori che stoppa Maggioli, ad alimentarla è Roderick con 4 punti (due su spettacolare dunk; saranno 8 nel periodo) dei 7 che valgono, a 5'30”, il 14-8. Mentre Hoover ammacca il ferro e il play Sanders incide nulla, Forlì pare aver trovato la giusta quadra con Soloperto in area (20-13, 8') al posto di Todic opaco. In chiusura Sanders si ricorda di esser il 2° USA Fileni e infiocchetta due cesti in entrata per il -3 del 10': 20-17.

Secondo quarto – Prima azione e primo fallo fischiato agli ospiti tra gli applausi ironici degli 800 sugli spalti. Cala la birra per Forlì e Jesi raggranella con Sanders il -1, 22-21 (12'). Gli equilibri si cristallizzano nella pochezza d'idee generale (al 15'30” sempre +1 Forlì, 22-21). Alla FL mancano soprattutto i guizzi del tandem Roderick-Todic col montenegrino volenteroso ma senza successo (primo cesto arriva al 16'). A muovere il punteggio ci pensa Simeoli (24-21) bravo anche a ispirare gioco (assist per Roderick, 26-21). L'abbrivio prosegue fin quasi al termine del tempo con Todic che finalmente fa frusciare la retina e un fantastico aley-hoop di Troa d su assist di Spencer (34-25, 18'30”). Riporta equilibrio sul finire l'ala Griffin con 5 punti consecutivi che sigillano il 20' sul 35-32. Spencer fa la magia da metà campo ma il tempo è scaduto.

Terzo quarto – La ripresa è sotto il segno di Soloperto che incesta (4, in 2'), regge in difesa Maggioli e raccoglie rimbalzi. Forlì però non decolla (39-36, 22'), Spencer non illumina ma è in difesa che Le Gamberi stenta. Maggioli ne fa 4 e Valentini al 24' mette la freccia: 39-41. E' un calo di energie verticale che si riverbera nel reggere gli uno-contro-uno (41-45, 25'). L'FL s'aggrappa a Soloperto ma Valentini liberissimo dall'arco e Hoover chiudono i varchi: 43-50, 27'. Spencer piazza la bomba (46-50, 26'30”) ma nell'azione seguente commette fallo su Hoover in azione di tiro dalla lunga. Non è proprio roba trasparente e Dell'Agnello protesta con veemenza beccandosi tecnico. Il “soldato” va in lunetta per 5 liberi (5/5 ovviamente) e sull'azione seguente Maggioli mette la tripla del 0-8 e -12, 46-58 (27'30”). Il PalaFiera si scalda e Spencer trascina al lento recupero (5). Al 30' grazie a facile cesto di Natali su assist di Borsato, Le Gamberi è di nuovo in ballo: 55-60.

Quarto quarto – Con Roderick a quota 4 falli, Forlì tenta la ricetta dei lunghi per risalire, arginando Maggioli con raddoppi sistematici e pescando falle altrui con Simeoli e Natali: dopo 2'30” è -2, 59-61. In aridità generale, si rivede pure Miro Todic che insacca 6 punti consecutivi per il pareggio (61-61, 33') poi il sorpasso: 65-63, 34'30”. E' antipasto di una vera fiammata dell'ala montenegrina che con due triple spinge i biancorossi a +4, 71-67 (36'30”). A questo punto sale in cattedra Michele Maggioli: il pivot ex azzurro da solo lima (71-69, 37'30”) poi pareggia, in troppa libertà, con una bomba: 72-72, 38'10”. Ancora Todic insegna basket (74-72) lo stesso fa – indovina chi? – Maggioli. A 30” dal gong, palla in mano, Roderick si fa fischiare passi in partenza; occasione sfruttata dall'atleticissimo Eric Griffin che, lasciato sul posto Simeoli, sbatte su Todic realizzando comunque il +2 Fileni: 76-74 a 2”70 centesimi. Dell'Agnello chiama time out immediato e imbastisce schema per tiro dalla lunghissima di Spencer che però va a vuoto.

 

LE GAMBERI FORLI' 74

FILENI JESI 76

Parziali – 20-17, 35-32, 55-60

FulgorLibertas Forlì – Borsato 4, Natali 4, Simeoli 7, Todic 20, Nervegna ne, Roderick 12, Tessitori 2, Tabbi ne, Spencer 12, Soloperto 13, Basile. All. S. Dell'Agnello.

Aurora Jesi – Colonnelli, Maggioli 18, Battisti ne, Hoover 12, Valentini 7, Bargnesi ne, Gaspardo 2, Ruggeri ne, Griffin 17, Sanders 16, Santiangeli 4, Dolic. All. S. Cioppi

NOTE – Forlì: 2p 28/44 (64%), 3p 4/16 (25%), liberi 6/7 (86%) rimbalzi tot 34 (12 off); Jesi: 2p 26/40 (65%), 3p 4/14 (29%), liberi 12/15 (80%); spettatori 800 circa

ARBITRI – Ursi, Bartoli, Paglialunga

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento