menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Frasca

Foto Frasca

FulgorLibertas, al PalaFiera passa anche Jesi: 63-70

Altra prova opaca per Forlì che inizia male, riprende la partita e poi la butta nel finale. Nel marasma si salvano Soloperto, Natali e a sprazzi Spencer; da "taglio", la gara di Miroslav Todic

Adesso è crisi. Piccola, rimediabile, parzialmente giustificabile ma crisi resta. Dopo averle buscate da Pistoia e Veroli in casa e Ferentino fuori, a passare sul parquet del PalaFiera è stata, infatti, anche la Fileni Jesi. Squadra onesta, ordinata, con in pancia un tris d'elementi di grande valore ma sulla carta non un top team. Un avversario decisamente alla portata dei romagnoli, tanto che alla fine dei 40', pur nel diluvio di errori (esempio il 6/23 da 3 ) e palle perse, una gestione leggermente più sensata degli ultimi 3' quando il tabellone segnava Forlì avanti 63-59, avrebbe permesso di festeggiare il primo successo casalingo.

Invece, Le Gamberi, dopo aver approcciato la gara con tensione esagerata, rincorso per 30' e trovata nella difesa zone-press una bella arma per spuntare Jesi (Maggioli e Hoover su tutti), si è persa, pagando scelte tattiche oscene (come il fallo di Todic su Valentini per i 2 liberi che hanno dato il la al break marchigiano di 0-11) e un po' di sfortuna (su tutti, ad esempio, la bomba di Hoover a 34” prima addomentatasi sul cesto poi finita dentro). Nella mediocrità generale, in gran parte condivisa anche dagli ospiti pure loro oggettivamente “bruttini”, da segnalare le sufficienze di Soloperto e Natali e il titolo di peggior giocatore a Todic. Per il serbo è stata una serata da 6 punti per 34' con 0/4 da 3 e 2/7 da 2.

Primo quarto – Si principia che peggio non si può col pubblico tiepido e la difesa forlivese votata al permissivismo. Dopo 2'40” Jesi è già di là dal muro (4-10) con Hoover e Sanders a bastonare dall'arco (a fine I sarà 4/4 per la Fileni). Dopo 4', Dell'Agnello già chiama time-out ma al rientro le retrovie non hanno ancora ordine e l'attacco resta afasia pura. Con con Todic abulico (3 perse) e Spencer in bambola (a limitarlo problemi al ginocchio?) difficile far di meglio. Girato il 5', Griffin (Mvp del primo tempo) affetta la difesa siglando il massimo vantaggio marchigiano: +12, 8-20 (5'30”). Mentre c'è gloria anche per Gaspardo (4) a risvegliare Forlì arriva l'ingresso in campo di Roderick (in panca in avvio) e Simeoli (10-20, 7'). Protagonista della resistenza biancorossa è però Soloperto che sotto riesce a limitare Maggioli e in attacco combina 4 punti. Nel finalino Forlì mostra così segni di vita.

Secondo quarto – Dell'Agnello dà fiducia a Todic che però non ricambia: il serbo continua a far nulla anche nel II quarto. Bene, invece, fa la difesa a zona ordita fin da metà campo con Simeoli e Natali a menare il ritmo (appena 11 i punti subiti nel periodo). Sul muro FL sbattono gli ospiti, Sanders e Hoover perdono palloni in serie permettendo a Forlì, Roderick in testa di distendersi: al 12' su cesto più fallo di Trod è -2, 24-26. L'aggancio evapora e Griffin riprende il suo show: l'ala insacca 9 degli 11 punti refertati da Jesi nel periodo e allontana Forlì a -9, 24-35 (17'30”). Errori in serie di Hoover e Maggioli infondono speranza a Le Gamberi che torna a macinare con Spencer (3) e Roderick piazzando un break di 9-0 fino al -2, 33-35 (19'30”). Il pareggio è nell'aria ma Spencer sciupa l'ultimo pallone non accorgendosi del tempo che scade.

Terzo quarto – La ripresa reitera la sterilità generale del primo tempo: è un susseguirsi di errori (35-37, 22') fino a una fiammata di Bo Spencer, forse la miglior metafora di questa FulgorLibertas bipolare. Il play USA confeziona due triple consecutive da 8 metri abbondanti e Forlì si trova davanti 41-37 (23'). Jesi è in trance, trova nulla dai suoi pilastri e solo caos dal resto della truppa alle prese con la zona dei locali. Un antisportivo a Hoover (44'30”) spinge Le Gamberi sulla via della fuga (47-40). La truppa di Cioppi però non molla, anzi: mentre il tabellone fa le bizze, Valentini (3) e Griffin guidano i marchigiani all'arrembaggio (50-47, 28'). Forlì trova nel frangente solo nervosismo (in primis prerogativa di Todic) e il quarto si chiude sul 54-51.

Quarto quarto – Le percentuali continuano la loro picchiata ma Forlì è solida in difesa. Il digiuno lo rompe Musso al 33' (56-51) ma è evidente che qualcosa scricchiola. In particolare, se Spencer fa il suo (bomba di risposta a Hoover: 59-54, 34') il contorno non c'è e manca totalmente l'effetto T (Todic-TRod). Nella stanca Griffin impatta sul punto 59 (35'20”). Una stoppata di Roderick, un suo cesto e – fortuna – uno di Todic illudono che i giochi possano esser fatti (63-59, 37'). Nulla di più errato ché Le Gamberi entra nel tunnel: Todic regala due liberi a Valentini che non pago del 2/2 (63-62) al 38' rimette dall'arco i suoi in pole-position: 63-65. Si susseguono palloni persi per entrambi i team (uno a testa per Hoover, Todic e Maggioli). Forlì ostinatamente insiste per tiri dalla media, senza attaccare il ferro. A 40” dal gong la chance di recupero è sprecata da Spencer con un fallo di sfondamento. Errore punito da Hoover con una tripla fortunosa (63-68) a 13” dal game-over. Il colpo è da ko e Forlì molla permettendo a Santiangeli di aggiustare il finale sul 63-70.

PARZIALI - 26-13; 44-46; 56-57

LE GAMBERI FORLÌ – Musso 6, Borsato, Natali 6, Simeoli 4, Todic 6, Nervegna ne, Roderick 12, Tessitori ne, Tabbi ne, Spencer 17, Soloperto 12, Basile ne. All. S. Dell'Agnello

FILENI JESI – Colonnelli, Maggioli 11, Hoover 9, Valentini 13, Bargnesi ne, Gaspardo 6, Griffin 16, Sanders 9, Santiangeli 6, Dolic. All. F. Cioppi

ARBITRI – Masi, Quarta, Pecorella

NOTE – Forlì: 2p. 16/38 (42%), 3p. 6/23 (26%), liberi 13/14 (93%), rimbalzi tot. 32 (11 off); Jesi: 2p. 17/40 (42%), 3p. 8/15 (53%), liberi 12/17 (71%), rimbalzi tot. 38 (11 off). Spettatori 2.500

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento