menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FulgorLibertas, colpo di Ferragosto: firmato Miroslav Todic

Classe 1985 bosniaco è il lungo veloce e solido che Forlì cercava per dar sostanza al quintetto. Mentre a ore si attende la firma della guardia USA, voci danno Campani a Montegranaro e un interessamento per il pivot Bryan.

Tra un gavettone, un bagno nell'Adriatico, una birra bionda media e un braciola ai ferri arriva il colpo di Ferragosto griffato FulgorLibertas. Colpo non di sole ma di mercato, s'intende. Nonostante la calma predicata da Ario Costa appena ieri – “nelle prossime 24 ore nessun annuncio” – Forlì ha concluso oggi, infatti, un bell'affare mettendo in roster la “quintettabile” ala alta con doti da centro Miroslav Todic (foto in maglia degli svedesi del Sundsvall).

Bosniaco classe '85, 205 centimetri per 97 chilogrammi con spiccate doti offensive, nell'ultima stagione Todic ha militato prima in Grecia nell'Ilyiasiakos (A1 ellenica dove ha disputato 11gare con 23 minuti di media e 11 punti) poi nella SuperLeague ucraina tra le fila del Politekhnika Halychyna. Nonostante il team nato nell'alveo dell'Università di Lviv, abbia chiuso in ultima piazza la stagione, i numeri del neo 4 romagnolo sono più che discreti: 13 punti a partita, 7 rimbalzi, 3.5 recuperi tirando col 46% da due e il 38% da tre. In curriculum tanta Europa, dagli Skyliners di Francoforte al Lolossos di Rodi all'Olympia di Larissa. Nel febbreaio 2010 èp in Svezia nei Sundsvall Dragons (8 partite con quasi 16 punti e 9 rimbalzi) poi a Cipro infine ad Atene con l'Ilysiakos.

“E' un colpo di grande rilievo per la nostra squadra - commenta con soddisfazione il diesse forlivese Ario Costa -. Todic è un giocatore molto tecnico, per palati fini oserei dire, che può esprimere grande solidità ed esperienza alla squadra avendo militato ad alti livelli nei campionati continentali. Il giocatore è un quattro con diversi minuti da cinque che offrirà diverse opzioni alla squadra”.

In attesa di un sì di Roderick, a ore comunque sarà sciolto il nome della guardia USA che affiancherà il rookie Bo Spencer. Mentre è sempre alacre il lavorio per inchiostrare Bernardo Musso, secondo il sito sportando Forlì avrebbe pronta l'alternativa passaportato nel pivot francese con documenti italiani, Sylvere Bryan. Indubbiamente un cambio di strategia dettato dalla penuria di italiani sotto le plance (i vari Ammannato, Allegretti o l'ex FortiBudrio Soloperto non sono da starting five). Bryan sarebbe un nome extra-lusso: già nelle fila della Reyer Venezia, il dinamicissimo 5 è un vincente di grandissima sostanza e grinta. Dentro Bryan, Forlì sacrificherebbe Luca Campani cedendo il suo contratto alla Sutor Montegranaro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento