menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FulgorLibertas, comincia la settimana più lunga

Il 9 luglio scadono i primi termini per le iscrizioni ai campionati nazionali. Ad oggi, Forlì, non ha trovato le risorse per fare la LegaDue. Sempre più probabile lo scambio di titoli con una piazza di DNB.

Nell'incertezza meglio sospendere il giudizio. Dirsi però ottimisti, davanti alla continua calma piatta che aleggia intorno al futuro della FulgorLibertas, è davvero arduo. In cifre pulite, al netto dei desideri, alla FL oggi mancano almeno 300mila euro “pronta consegna”. Per fare poi quello che varrebbe, alla cassa della prossima LegaDue Gold, un biglietto ridotto per l'ultimo anello: un campionato lacrime e sangue, con la dirigenza impegnata a far quadrare i conti mentre in campo sarebbero tante giovani scommesse e stranieri pescati nel sottobosco europeo e/o USA. Rispetto alla conferenza stile “stand-by” di due settimane fa, in meglio non è cambiato nulla, anzi: mentre Giorgio Grazioso sta cercando di chiudere con almeno un paio di sponsor qualcosa di più di un semplice “ok, ma per la firma vedremo” (quelle promesse mai mantenute che hanno fatto deragliare lo scorso campionato), alcuni soci hanno già chiarito circa la volontà di tirarsi fuori dalla “chiamata” per metter in piedi il prossimo budget (stimabile per una L2 di basso profilo, in almeno 900mila euro). Intanto il tempo stringe. Il 9 luglio è fissata la prima boa, quella dell'iscrizione e relativi versamenti, al campionato. Tanti gli scenari. A pensar bene, Forlì si iscriverà con già alle spalle sostenitori pronti a tener viva la fiammella forlivese. Ipotesi medio-drammatica: Forlì (come scritto dal Carlino) scambierà il titolo con l'arrembante Trapani (Dnb) incamerando qualche decina di migliaia di euro e potendo riprogrammare il proprio futuro. Altro scenario, via Zuelli venderà la LegaDue Gold a Treviso: un pacco di soldi ma nessuna categoria nazionale. Come dire: si riparte dalla Promozione. Non il massimo. Ultima opzione: l'FL si iscrive in L2 per poi denunciare l'impossibilità di farla, rimettendo così il suo destino alla FIP libera, quindi, di assegnarle una qualunque categoria.

Nel mare degli interrogativi una certezza intanto c'è. Dopo tante parole, è ufficiale l'addio di Sandro Dell'Agnello: il coach del miracolo play-off biancorosso, dopo aver valutato le sirene di Caserta, s'è accasato a Pesaro. Troverà come direttore generale, l'amico Ario Costa, mentre come diesse avrà un altro nome di sicuro effetto: Stefano Cioppi. Coach col “vizio” del mercato e fiuto assoluto per gli USA (a Jesi, nelle ultime due stagioni, ha lanciato Jeff Brooks finito a Cantù, Mickey Mc McConnell, Eric Griffin). E chissà che a Pesaro non arrivi un altro ex Forlì, quel Miroslav Todic amato dal PalaFiera e stimato dalla coppia Costa-Dell'Agnello come mai.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento