menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Natali in maglia Forlì

Natali in maglia Forlì

FulgorLibertas, con Barcellona come Davide contro Golia

Sfida impari tra Forlì e i protagonisti assoluti del mercato: la Sigma conta 10-giocatori-10 tra cui l'ex amatissimo Nicola Natali

Trento? Forte. Torino? Sarà sicura protagonista della Gold. Barcellona? E' letteralmente di un altro pianeta. Il calendario degli ultimi tre turni (tutti e tre racchiusi nel giro di appena una settimana) ha riservato a Forlì un crescendo di difficoltà. Un salire che si chiuderà domenica (ore 18) al PalaFiera contro i siciliani della Sigma. Dopo gli stop all'ultimo secondo rimediati da Jesi, Trento e Torino trovarsi davanti le canotte giallorosse dei vari Maresca, Mafion Young, Pinton, Fantoni, Toppo, Collins, Damien Filloy e dell'amatissimo ex Nicola “il Sindaco” Natali – poveri vero? – non sarà propriamente il massimo.

“Barcellona è squadra nata per vincere tutto – spiega coach Massimo Galli – dominare il campionato per salire in A1; basti dire che pur di non perdere livello tecnico non schierano l'under obbligatorio e pagheranno la multa. La società ha saccheggiato la serie A e la LegaDue per imbastire una rosa impressionante e coach Perdichizzi sa come farla rendere al meglio. Come tutti i team nuovi oggi difetta un po' di amalgama; su questo dovremo insistere. Per metter a nudo le loro debolezze ci vorrà grande intensità e difesa.” Più di quella espressa nell'infrasettimanale di Torino. “A Torino è stata una partita dal ritmo alto, condizionata dalle ottime percentuali da fuori; uno stato di grazia su cui non possiamo fare affidamento, per questo dico che non sono rimasto soddisfatto, specialmente non ho visto la giusta grinta dietro, in difesa. La volontà a Torino c'era ma l'approccio con Barcellona dovrà esser diverso o sarà una batosta. Serve sacrificio individuale a beneficio della squadra.” Atteggiamento che per la prima volta da inizio stagione fa alzare la voce a coach Galli: “Se pensiamo di poter battere gli avversari facendo un punto in più allora non siamo sulla buona strada; i ritmi alti sono nel nostro dna ma senza dimenticarci mai cosa serve per vincere ovvero sacrificio e dedizione.” Nello spirito guerriero c'è la chiave del succcesso romagnolo. Un atteggiamento del quale esempio fulgido è Nicola Natali, protagonista di due stagioni da leone, quest'anno approdato nell'ambiziosissima Barcellona. “Nicola incarna l'esempio di giocatore di cuore, che non molla mai – conclude il tecnico del Credito Romagnolo –. Lo saluterò con affetto e gli auguro di fare una grandissima stagione ma domenica di emozionarsi un po' davanti all'affetto del nostro pubblico, affetto che ha saputo guadagnarsi.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlimpopoli, lavori su via Tagliata, usare percorsi alternativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento