menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FulgorLibertas, con Casale la guerra dei cerotti

Mentre per il match di domenica la Novipiù sarà priva della stella USA, Green, Forlì dovrà probabilmente far a meno di Nicola Natali.

Stella o collante, chi conta di più? Dando per scontato che Nicola Natali non sarà della contesa in quel di Casale per la nona fatica d'andata di LegaDue (prima d'imbarcarsi sul pullman la caviglia era ancora parecchio dolorante), alla fatidica domanda se valga più il talento offensivo o la voglia di sbucciarsi le ginocchia, potrà dar risposta Novipiù-Le Gamberi Forlì di domenica sera. Ai piemontesi, infatti, mancherà il top player USA (in 8 partite ha sfornato qualcosa come 27 punti di media...), la guardia Rodney Green, out per due mesi almeno causa frattura al perone destro: “Sì – spiega coach Sandro Dell'Agnello – ma non illudiamoci sia una partita in discesa, Casale ha tante armi per poter sopperire, almeno sulla singola partita, alla sua assenza. Il loro dna è tutto votato al gioco perimetrale, avendo atleti pericolosissimi dall'arco e certamente punteranno sul loro punto forte. Natali? La distorsione c'è stata ed è seria: lo staff medico sta facendo l'impossibile per recuperarlo ma non si sta allenando e la caviglia è ancora gonfia; vedremo, ma a parte miracoli, non lo potrò schierare”. A unire Casale a Forlì oltre all'infermiera, anche la singolare predilezione alle trasferte: Casale è stata battuta due volte nelle ultime due uscite domestiche, la FulgorLibertas al PalaFiera addirittura non ha mai vinto.

“Casa o trasferta, ora come ora è più importante che in queste due settimane di sosta non abbiamo perso il ritmo partita – commenta il coach –; già giocare una volta alla settimana è poco, farlo dopo 14 giorni è una bischerata. Purtroppo nessun altro team ha accettato di fare amichevoli; comunque abbiamo lavorato bene”. A metter fiducia nell'ambiente è soprattutto, il lento crescendo dei biancorossi e il bel successo in casa di Trieste: “A parte sei minuti iniziali di III quarto, a Trieste, contro la squadra più in palla del momento, abbiamo giocato bene. Noto con piacere che le pause mentali e la discontinuità stanno diminuendo sempre più; partita dopo partita stiamo maturando esperienza. Logico che puoi avere tutta la fluidità del mondo ma se non la metti dentro, è inutile”. Fare canestro, un ingrediente fondamentale per imbandire bene la tavola in casa della Novipiù dei vari Pierich e Malaventura: “Casale ha molti punti nelle mani; più che con Trieste dovremmo evitare di farli correre, non sprecare palloni, giocare con attenzione senza forzature. Difensivamente proveremo alcune novità che crediamo possano farci migliorare ulteriormente”. Sarà un bel banco di prova anche per Roderick, parso non propriamente in palla, a Trieste addirittura negativo: “ Alcuni problemi personali lo hanno limitato; noi siamo qui per aiutarlo. Abbiamo bisogno dei suoi punti, del suo talento”.

 

Altre partite della 9a giornata

Jesi – Veroli 64-69 (30/11)

Bologna – Scafati

Ferentino – Imola

Trento – Verona

Trieste – Barcellona

Capo d'Orlando – Brescia

riposa Pistoia

 

 

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento