menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FulgorLibertas, Dell'Agnello: “Paghiamo l'inesperienza”

Esperienza, amalgama, leader. Sono molte le voci nelle quali pecca Forlì secondo coach Dell'Agnello che comunque ricorda quale sia l'obiettivo stagionale: la salvezza.

“Mi mangerei il tavolo per la rabbia d'aver deluso i nostri tifosi – attacca coach Sandro Dell'Agnello nel post Forlì-Scafati, altro match che oltre a vedere i romagnoli perder davanti al proprio pubblico, ha confermato tutti i limiti d'esperienza e tenuta mentale di TRod e compagni –. Spiace ma siamo una squadra con dei problemi su cui sta lavorando e che lo fa sapendo che comunque, e lo ricorderò anche a costo di esser antipatico, il nostro obiettivo stagionale era ed è salvarci, non fare un campionato di vertice. Io avrei messo la firma per trovarmi con 2 punti dopo Scafati. Ne abbiamo 4 pur avendo incontrato in serie cinque delle squadre più forti della LegaDue”. Tornando alla partita: “Abbiamo un problema evidente: ci esaltiamo quando le cose vanno bene, ci deprimiamo appena facciamo un errore. Oltretutto quando attraversiamo una fase buia non abbiamo ancora trovato un giocatore cui aggrapparci”. Un leader che Dell'Agnello spera di trovare presto nella sua rosa e certo non fuori, nel mercato: “In sei anni non ho mai cambiato un giocatore e non lo farò adesso. Logico che se Kobe Bryant scopre di amare Forlì lo prendo di corsa ma sono orgoglioso e felice di allenare questo gruppo, questi ragazzi che io stesso insieme ad Ario Costa ho scelto e voluto”.

Eppure l'avvio di partita lasciava intravedere qualcosa di veramente buono (20-7 dopo 5'). “Finito il primo quarto – replica il coach – mi sono girato verso Ario e gli ho detto: è troppo presto, appena troviamo un problema facciamo una frittata. E così è stato, purtroppo. Usciti tre-quattro appoggi facili, il morale è andato sotto i tacchi e Scafati è rientrata. A quel punto non è stato più questione di regole difensive ma di atteggiamento. E' un classico di tutte le squadre con poca esperienza perdere fiducia. Ripeto sono limiti su cui stiamo lavorando”.

Altri risultati 5a giornata LegaDue

Pistoia - Trieste 82-77

Barcellona - Ferentino - 93-87

Veroli - Brescia 80-82

Jesi - Casal Monferrato 81-88

Verona - Capo d'Orlando 79-69

Trento - Imola 84-73

Riposa: Bologna

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento