menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Amedeo Tessitori e coach Dell'Agnello

Amedeo Tessitori e coach Dell'Agnello

FulgorLibertas, finalmente Tessitori

Presentato ufficialmente il giovanissimo lungo, prospetto nazionale classe '94; arriva in prestito annuale da Sassari. In vista della sfida di Coppa, preoccupa la condizione di Musso.

Dopo una decina di giorni passati in attesa che la Dinamo Sassari – società che in estate si è aggiudicata una vera asta con Siena, Cantù, Milano e Bologna per metterlo sotto contratto – desse il via libera e dopo aver assaggiato l'antipasto con l'amichevole di sabato contro Reggio Emilia, ecco oggi, finalmente, la tanto attesa ufficialità: Amedeo Tessitori, lungo classe '94, 205 cm di talento e fisicità rare nella sua generazione, è giocatore della FulgorLibertas a tutti gli effetti.

Un innesto articolato, mirato alla crescita del talentino; insomma tutt'altro che un “parcheggio” in attesa dell'approdo di Tessitori in A1. L'accordo tra Forlì e Sassari poggia moltissimo, infatti, sulla presenza nella panchina dei senior e come tutor delle giovanili, di Massimo “Cedro” Galli, già guida del lungo toscano nelle sue esperienze in azzurro. “In effetti – puntualizza il diesse Ario Costa – la presenza di Galli è stato un buon viatico per l'accordo; Amedeo è qui per crescere, giocare, affinare la tecnica e Massimo, in questo senso, è una garanzia”. Giudizi positivi coltivati, dallo stesso ex pivot della Virtus Siena: “Conosco bene Galli e lo stimo. E' un ottimo allenatore, sempre pronto a dare suggerimenti e indicazioni pur non mettendo pressioni né ansia”.

“Se potremo vedere al PalaFiera un ragazzo con così tante potenzialità – continua Ario Costa – dobbiamo dir grazie a Sassari che ha visto in noi la situazione tecnica ideale per far crescere questo talento e nella nostra società, nel presidente Grazioso, che ha capito il valore di questo innesto dando il la a questo ulteriore sforzo”. Sul valore del ragazzo, Costa non ha dubbi: “E' un talento pronto per affrontare le difficoltà di un campionato tosto come la LegaDue; un campionato che vede tanti giocatori di passaggio verso palcoscenici più importanti”.

Che Tessitori diventi uno di questi, solo il tempo e il campo lo diranno. Intanto il pisano non ancora maggiorenne (il 7 ottobre è il suo compleanno) e che frequenterà a Forlì l'ultima classe del liceo, studia già per diventare un giocatore “vero”: “A Forlì non ero mai stato ma ho avuto modo di conoscerla in questi giorni - spiega -; c'è un bell'ambiente e bei posti. Starò bene, già lo so. Sono qui per dare tutto, lavorare e a non deludere chi crede in me; soprattutto devo crescere nei movimenti da 4, che sarà il mio ruolo futuro visto che non ho il fisico da centro”. Oltre a Galli, altro viso noto, sarà Simeoli, compagno nella scorsa sfortunata stagione a Siena: “Lo conosco bene: è un bravissimo ragazzo, sempre allegro. Con lui faremo un gran bel gruppo”.

Battezzato Tessitori, domani sera (mercoledì ore 20:30) al PalaCredito, si terrà la prima vera sfida della stagione: l'andata di Coppa Italia contro Jesi. Sfida che Forlì affronterà probabilmente senza il pivot Mattia Soloperto reduce da uno stiramento ai tendini della mano destra a seguito di una schiacciata e il passaportato Bernardo Musso. Atleta su cui s'inseguono voci di problemi fisici seri e che la posizione di casa FL – “patisce un affaticamento fisico; vedremo se schierarlo o meno” – non scemano del tutto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento