menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

FulgorLibertas, in marcia la passione dei fedelissimi

Un'ottantina di tifosi biancorossi hanno marciato fino in Municipio per manifestare rabbia, delusione e chiedere l'aiuto della Città. Lunedì il Sindaco Balzani riceverà una delegazione del tifo organizzato

Un'ottantina di tifosi biancorossi hanno marciato fino in Municipio per manifestare rabbia, delusione e chiedere l'aiuto della Città. Lunedì il Sindaco Balzani riceverà una delegazione del tifo organizzato. Tra sbuffi di neve e squarci di sole freddo, va in scena la passione dei forlivesi per il basket e la FulgorLibertas. Un'ottantina di fedelissimi alla causa biancorossa, chiamati a raccolta dall'Associazione Forlì per il Basket, Quartiere Cà Ossi e Basket Club Marini, sabato mattina hanno sfilato da Piazzale della Vittoria fino in Piazza Saffi e dentro il Municipio per manifestare rabbia e chiedere che la città si stringa intorno alla sua prima realtà sportiva.

Un corteo onestamente non partecipato quanto la situazione della FulgorLibertas e il rischio reale di veder saltare tutto in estate meriterebbe ma se l'obiettivo era “esserci” e soprattutto trovare un punto di contatto con l'amministrazione comunale, è stato raggiunto: lunedì alle 13, il Sindaco Roberto Balzani – sabato impegnato fuori città, volendo presenziare di persona, non ha voluto delegare ad altri l'incontro – riceverà un i rappresentanti del tifo organizzato. Probabilmente Balzani ribadirà che le casse sono esangui per tutti, che l'amministrazione fa già il suo pazientando di fronte al ritardo nel pagamento del dovuto per l'utilizzo delle palestre (come scritto nella sua bacheca di Facebook) ma una seppur minima dose di attivismo in più non sarebbe scandalosa.

Aperto da qualche metrata di striscioni tra il “patriottico” (“Forlivesi il basket ha bisogno. Noi ci siamo e voi?”) e l'ironico (“PalaDebito di Romagna” indirizzato all'istituto di credito che ha griffato il PalaFiera e che da più parti è indicato quale sponsor mancato), tra gli sguardi “sotto vetrina” degli esercenti, il corteo ha percorso Corso della Repubblica facendo brevi, ma significative tappe di protesta e sfottò, davanti alle sedi del Credito di Romagna e Cassa dei Risparmi di Forlì. Arrivati in piazza, sotto lo sguardo sempre severo di Saffi, il corteo è entrato nella Casa Comune per stendere simbolicamente gli striscioni e alzare l'ultimo coro della mattinata.

Al di là dell'incontro di lunedì con Balzani e dell'amichevole con Bologna di mercoledì (offerta libera, ore 20:30) questa potrebbe esser la settimana decisiva per il futuro della FL. Molto dipenderà dalla raccolta di mini-medi-sponsor della campagna Time-Out e ancor di più se oltre a Miroslav Todic (tornato in bilico tra Kiev e Pesaro dopo che la pista marchigiana sembrava evaporata) toglierà le tende anche Terrence Roderick, il cui fantomatico mal di schiena che ne ha impedito l'utilizzo venerdì sera, ha in ogni caso deteriorato i rapporti con lo staff tec

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento