rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Sport

FulgorLibertas, punto e a Capo: contro l'Upea riparte la caccia salvezza

Mentre la squadra prepara la trasferta in casa dell'Orlandina Capo d'Orlando, la società rassicura l'ambiente su lodi (a quanto pare, per ora, nessuno) e piano di rientro dai debiti.

Un lodo per capello. Si chiude oggi per la FulgorLibertas una settimana tutta deja-vu, piena zeppa di quelle grane (più o meno mediatiche) che ciclicamente prendono “in mezzo” la seconda più importante realtà sportiva romagnola. Il doppio innesco di Mascherpa e Rosignoli – tradotta la sensazione che di soldi in cassa, qualcuno, Forlì l'avrebbe – ha, infatti, smosso le acque intorno a via Zuelli portando in rapida sequenza procuratori e avvocati di alcuni tesserati della scorsa stagione a bussare alla porta FL. Stando a quanto definito dal gm Maurizio Giannelli, a chiedere quanto non ancora versato (a fine campionato il 20% del dovuto, ridottosi oggi al 10% dopo i pagamenti dilazionati dei mesi scorsi) sarebbero quattro i nomi in ballo. Lato campo, certe le pressioni di Bernardo Musso (che ha agito tramite avvocato per via civile pur di ottenere i 10mila euro che gli spettano) quindi Mattia Soloperto e Stefano Borsato, fermatisi a richieste verbali. In realtà “Batman” Borsato, presentatosi all'allenamento di giovedì, si sarebbe spinto fino a richiamare scherzosamente l'utilizzo, quale deterrente, di una scimitarra. Lato staff, ecco le note più serie. L'unico che avrebbe avviato le lunghe pratiche per il lodo sarebbe, ingiungendo al pagamento del pregresso, il coach dei play-off, Sandro Dell'Agnello. “Siamo tranquilli – ha detto Giannelli – lunedì il nostro commercialista presenterà la completa mappatura delle posizioni debitorie, all'interno delle quali figura anche il capitolo giocatori. A quel punto, essendo noi persone serie e parlando a persone serie, facendo leva anche su rimodulazioni con gli istituti di credito che ci sono vicini, troveremo una quadra.” Posizioni debitorie che oltre ai giocatori del passato campionato, otre ai 8/900mila euro acclarati e coperti da un mutuo sottoscritto dai soci, sembrerebbe esser lievitato di altri 4/500mila euro. “Sono cifre ereditate da passate stagioni – prosegue Gianelli – anche su questi troveremo un accordo. Chiediamo solo pazienza.” Rassicurazioni a parte, la certezza che l'FL potrà giocarsi la salvezza sul campo è di mercoledì quando è stata versata l'ultima rata dei premi NAS (28mila euro).

Già, il campionato. Domenica, è dietro l'angolo e oltre lo spigolo c'è la trasferta in casa di Capo d'Orlando. Corazzata zeppa di assi (Basile, Soragna, Micevic, Mays), Pozzecco in panca “ma vincere non ci deve spaventare: mancano 8 partite ognuna può esser chiave per salvarsi – rintuzza coach Massimo Galli –. La partita con Verona ci ha dato ancora più rabbia e fame. La settimana è stata positiva, i ragazzi sono motivati. Faremo tutto perché la partita con Trieste possa esser il match decisivo.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FulgorLibertas, punto e a Capo: contro l'Upea riparte la caccia salvezza

ForlìToday è in caricamento