rotate-mobile
Sport

Galli, tra elogi e speranze: “Riscattata Brescia, vittoria importante per la corsa salvezza”

Forlì battendo Napoli si conferma squadra indomabile, mantiene aperta la striscia casalinga e, soprattutto, aggancia Trieste in zona salvezza.

Coach Massimo Galli non ama prendersi i meriti di quanto “combinano” i suoi straordinari ragazzi. Non l'ha mai fatto né infrange la regola dopo il roboante 71-57 rifilato all'ambiziosissima Napoli. “Gli allenatori bravi sono quelli che non fanno danni – sorride a fine conferenza – merito è dei ragazzi che, con il giusto atteggiamento, hanno riscattato alla grande la prova opaca (per tanti motivi, specie fisici) di Brescia. Sì, perché come ho detto in conferenza pre partita, stasera non era tanto questione di scelte tattiche, quanto di impegno; e l'abdicazione, l'attenzione difensiva dei ragazzi, stasera, è solo elogiare. Far segnare a Napoli 57 punti è una mezza impresa. I ragazzi hanno meritato tutti gli elogi ricevuti dal pubblico. Sentire che le diffidenze iniziali sono scemate, fa solo bene; per questo ringrazio il pubblico che ha capito che il nostro impegno è sempre massimo.” Sulla partita, in bilico in avvio di secondo tempo: “In attacco – spiega il tecnico Credito – abbiamo avuto alcuni passaggi a vuoto, nei primi 5 minuti del terzo quarto, per troppa frenesia. Ma la ripresa c'è stata, abbiamo stretto in difesa. Sono contento anche per i 14 punti di vantaggio finali: in caso di classifica a pari merito, potrà essere un'eredità importante.” La classifica ora finalmente sorride: “Pensavo di appenderla in spogliatoio già in settimana poi ho rinunciato. Credo lo farò martedì. Logico, ci guardiamo, aver preso Trieste che credo sia la nostra diretta contendente è importante. Imola, a questo punto, farà fatica e Napoli o Ferentino, rischiano di restare invischiate in una lotta che non è per loro, costruite per i play-off. Sappiamo che vincere 5 partite come alla andata non basterebbe. Dobbiamo far meglio, sfruttare in casa tutto l'aiuto del pubblico.” Oltre alla classifica, da godersi pure quanto fa Tyler Cain in campo: “Tyler è da ammirare per quello che fa tutti i giorni, non solo la domenica. E' un grande giocatore, che merita palcoscenico più alti. Per ora ce lo godiamo; ci godiamo la sua intelligenza cestistica e le capacità tecniche.”

Altro volto quello di Demis Cavina: Napoli è al terzo stop, arrivato dopo aver giocato sotto le aspettative. In settimana al tecnico castellano molto probabilmente arriverà richiesta di colloquio con la società. “Il nervosismo visto in partita è segnale di frustrazione di non riuscire a fare le cose decise. C'è rammarico perché dopo un secondo quarto segnato da 5 palle perse consecutive e brutture, nel terzo si è vista la vera Napoli. Arrivare in 5 minuti arrivare a un possesso da Forlì, poi buttare via tutto perché ormai le energie erano finite e ripetendo contro la zona gli stessi errori di prima, lascia l'amaro. Ovviamente parleremo in settimana, squadra, staff, società.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galli, tra elogi e speranze: “Riscattata Brescia, vittoria importante per la corsa salvezza”

ForlìToday è in caricamento