menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gara eroica per il Racing Team Le Fonti: trionfo al Revival Rally Club Valpantena

Oltre ai vincitori Bentivogli-Marani, il Racing Team Le Fonti presentava anche il duo formato dal pilota Andrea Succi navigato in questa gara dal presidente del team meldolese Paolo Ragazzini con la Bmw M3 GR.A del 1987

Una gara eroica ed indimenticabile per il Racing Team Le Fonti e per il loro equipaggio. Il 17esimo Revival Rally Club Valpantena, andato in archivio dopo una due giorni davvero impegnativa, con partenza e arrivo a Grezzana in provincia di Verona, prevedeva 470 chilometri di percorso, 75 dei quali divisi in tredici prove speciali, e due tappe. La competizione, funestata venerdì da una pioggia torrenziale, è stata incerta ed emozionante fino alla fine ed ha visto il trionfo del pilota meldolese Marco Bentivogli e del navigatore modenese Andrea Marani (Fiat 124 Abarth Rally), che hanno vinto per la prima volta la manifestazione veronese e conquistato la quato Divisione, in questa regolarità sport più popolare in europa.

L’equipaggio del Racing Team Le Fonti ha costruito la propria vittoria sulle ultime due prove a San Francesco, disputate con un’inedita formula con partenza affiancata che ha riscosso molti consensi. Il vantaggio al termine è stato di sole sette penalità su Giordano Mozzi e Stefania Biacca, vincitori di due 1000Miglia, (Opel Kadett GTE), secondi assoluti e primi dell’ottava divisione, che erano in testa a due prove dalla fine. Terzo posto per i locali Alessandro Zanchi e Damiano Gonzi (Golf GTI) Un successo di assoluto livello, che assume un valore ancor più elevato se considerato che al traguardo sono giunte 131 vetture sulle 172 partenti, con grande presenza di equipaggi stranieri (20 al via) che hanno confermato la crescita europea della manifestazione.

Oltre ai vincitori Bentivogli-Marani, il Racing Team Le Fonti presentava anche il duo formato dal pilota Andrea Succi navigato in questa gara dal presidente del team meldolese Paolo Ragazzini con la Bmw M3 GR.A del 1987, che hanno deliziato a suon di traversi le migliaia di spettatori presenti sulle prove speciali e la soddisfazione di vincere una prova speciale con zero penalità. Della spedizione veronese faceva parte anche un altro equipaggio romagnolo Roberto Simonetti e Daniele Porcellini con la A112 Abarth della scuderia Torre del Moro, che hanno finito la gara al decimo posto assoluto e secondi di divisione. Le tre auto in gara sono state seguite e assistite dal “Lupacio’t” il meccanico meldolese Roberto Caputo supportato dagli appassionati collaboratori Tiziano e Luca Silvani un plauso anche a loro che hanno contribuito anche in condizioni limite a questa gratificante trasferta veronese.

PER COMUNICATO 1 Revival Rally Club Valpantena-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento