Garage e cortili sostiutiscono la palestra: la Libertas Atletica continua ad allenarsi a casa

Anche la Libertas Atletica Forlì ha partecipato con entusiasmo, mobilitandosi con i suoi atleti per lanciare il messaggio di speranza "Distanti, ma uniti"

"Dobbiamo stare distanti, ma possiamo essere uniti. E' una sfida inedita quella che abbiamo di fronte, ma possiamo superarla se ci manterremo attivi, informati, allegri. Anche a casa, soprattutto a casa". Sono le parole del Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, che a metà marzo aveva presentato così la campagna di sensibilizzazione per reagire alla difficile situazione determinata dall’emergenza coronavirus.

Il mondo dello sport nazionale aderisce all’iniziativa e i social vengono inondati da immagini di atleti e di gente comune. Anche la Libertas Atletica Forlì ha partecipato con entusiasmo, mobilitandosi con i suoi atleti per lanciare il messaggio di speranza "Distanti, ma uniti", in un momento peraltro difficilissimo che precede di pochi giorni l’inizio della stagione agonistica all’aperto, mai come quest’anno iniziata con i migliori auspici.

Infatti all’inizio di marzo si sarebbero dovuti disputare i Campionati Invernali Lanci a Lucca, con la partecipazione di ben 3 atleti della Libertas con ottime prospettive di piazzamento, ma che sono stati annullati dai decreti governativi per arginare gli effetti della pandemia in atto. Allenarsi in casa per mantenere un livello accettabile di preparazione atletica non è facile, tuttavia i tecnici della società hanno predisposto una “programmazione di emergenza” adattabile ad ogni situazione logistica, dove i manici di scopa, bottiglie d’acqua, sedie, e tavoli, sostituiscono bilancieri e attrezzi, mentre garage e cortili sostituiscono palestra e campo di atletica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento