Hockey, la Libertas Forlì vicino all'impresa: Trieste passa per un solo gol di scarto

Si ferma invece a 5 il conteggio dei successi consecutivi dei romagnoli che, nonostante la sconfitta, rimangono in seconda posizione nel ruolo di principali antagonisti dei giuliani

Fabio Ricci nella foto

La Libertas Hockey Forlì non riesce a interrompere il cammino vittorioso della capolista Trieste, che vincendo 4-5 si conferma protagonista indiscussa del Campionato Nazionale di serie A2, giunto al giro di boa del girone preliminare della regular season. Si ferma invece a 5 il conteggio dei successi consecutivi dei romagnoli che, nonostante la sconfitta, rimangono in seconda posizione nel ruolo di principali antagonisti dei giuliani.

Di sicuro il pubblico del “Parco Incontro” ha assistito alla partita più bella disputata dai forlivesi in questo avvio di stagione, giocatasi all’insegna dell’equilibrio, con i ragazzi di coach Karim che per ben due volte si portavano avanti e, anche quando era Trieste ad assumere il controllo del gioco, non mollavano mai la presa, lottando per il pareggio fino alla sirena.

Fin dal fischio di inizio i romagnoli, senza alcun timore reverenziale, affrontavano gli avversari a viso aperto e dopo nemmeno due minuti di gioco Fabio Ricci, ottimamente servito da Robin Mazzoni, sbloccava il punteggio a favore dei padroni di casa (1-0). La risposta dei giuliani non tardava ad arrivare e al terzo minuto l’equilibrio era già ristabilito, facendo presagire quello che sarebbe stato l’andamento di tutto il match (1-1). Anche se alla vigilia coach Karim aveva sottolineato l’importanza di evitare i falli, la prima penalità della partita veniva fischiata proprio a svantaggio della Libertas Hockey e con l’uomo di movimento in più Trieste si portava in vantaggio (1-2).

Dopo qualche minuto anche i giuliani venivano colti in fallo e la conseguente superiorità numerica (power play) apriva le porte al pareggio dei forlivesi, sempre per mano di Ricci su assist di Michele Rossi. La partita riprendeva combattuta, ma le cose si complicavano per i romagnoli, che prima perdevano per infortunio (stiramento all’inguine) Devis Montanari, il miglior marcatore della squadra, poi, a un paio di minuti dall’intermezzo, commettevano nuovamente fallo. Per fortuna tra i pali Luca Regno era bravo a mantenere invariato lo scorer e così, sul 2-2, le squadre rientravano negli spogliatoi.

Nel secondo periodo il gioco riprendeva subito a ritmi elevati e ancora era la Libertas Forlì a rompere gli indugi con Lorenzo Rosetti che, ricevuto il disco dal fratello Luca, trafiggeva il portiere triestino con un bel tiro dalla distanza (3-2). Nell’azione successiva i romagnoli ottenevano una penalità a favore, ma il power play non veniva concretizzato, la qual cosa riusciva invece ai giuliani al trentottesimo, quando l’arbitro fischiava ai padroni di casa un controverso fallo per “uomo di troppo in pista” (3-3). Un paio di minuti più tardi la difesa forlivese, nell’estremo tentativo di fermare un tiro triestino, finiva per infliggersi l’autogoal, che duplicava il vantaggio degli ospiti (3-5).

Sotto di due reti, con i giuliani molto bravi a “nascondere” il disco, la Libertas Hockey si sbilanciava in avanti e il pressing romagnolo ripagava con la terza rete di Ricci (hat trick), che riportava Forlì in partita a tre minuti dal termine. Un ulteriore penalità a sfavore impediva ai forlivesi di imbastire l’assedio finale alla porta del Trieste, eppure anche con l’uomo in meno i romagnoli erano bravi a sfiorare per due volte il pareggio, che però non arrivava e la sirena fissava il definitivo 4-5 per gli ospiti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento