Hockey, trasferta amara per la Libertas in Toscana

Trasferta amara per la Libertas Hockey Forlì in terra Toscana, battuta 9-4 dalla Polisportiva Molinese, indiscussa protagonista di questo campionato con 12 vittorie, 1 pareggio e zero sconfitte

Luca Rosetti

Trasferta amara per la Libertas Hockey Forlì in terra Toscana, battuta 9-4 dalla Polisportiva Molinese, indiscussa protagonista di questo campionato con  12 vittorie, 1 pareggio e zero sconfitte. Insomma, siamo agli antipodi rispetto all’andamento dei romagnoli, penultimi in classifica con 2 soli successi a fronte di 11 sconfitte. Una situazione pessima che però, in base al risultato dell’ultima giornata della stagione regolare, in programma il prossimo fine settimana, potrebbe addirittura peggiorare se i romagnoli dovessero cedere il passo ai Catania Flames ricevendone in cambio il titolo di “fanalino di coda”.

Poi le ultime quattro compagini classificate del Campionato Nazionale di hockey inline di serie A2 animeranno i playout per scongiurare la retrocessione in serie B. In quel di Molina di Quosa i padroni di casa legittimavano la loro supremazia chiudendo la prima frazione di gioco sul 5-0, con i ragazzi di coach Domenico Comai che in pista apparivano quasi frenati da una sorta di timore reverenziale nei confronti dei “primi della classe”.

Nella ripresa Luca Rosetti lanciava la rimonta con una doppietta in rapida successione, che riportava in partita i forlivesi e mostrava ai compagni come anche quella, al pari delle precedenti, fosse una partita tutta da giocare e decidere in pista, non “sulla carta” in base ai rispettivi piazzamenti in classifica. E così è stato: la Libertas Hockey Forlì prendeva fiducia nei propri mezzi e aumentava la pressione, arrivando ad accorciare ulteriormente con Fabio Ricci.

Ma nel mentre i toscani non rimanevano a guardare anzi, forti del vantaggio, erano bravi a mantenere l’inerzia della partita dalla loro parte, gestendo il disco e dettando i ritmi di gioco. Arrivavano così altre quattro marcature con cui i padroni di casa si portavano sul 9-3. I romagnoli spingevano fino all’ultimo e sfruttando l’ultima situazione di superiorità numerica assegnata dall’arbitro siglavano il 9-5 con il capitano Antonio Vestrucci, la cui rete fissava sul 4-4 lo scorer parziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento