Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Sport

Il Forlì incontra un Cattolica ferito e senza lo storico mister: "Non esistono partite facili"

Il Forlì di mister Giuseppe Angelini sarà di scena domenica allo stadio "Giorgio Calbi" di Cattolica

Non conosce sosta questo campionato per il Forlì e dopo il pari ottenuto nel turno infrasettimanale col Prato, il Forlì di mister Giuseppe Angelini sarà di scena domenica allo stadio "Giorgio Calbi" di Cattolica (ore 14.30 con diretta Facebook sulla pagina della Marignanese) contro la Marignanese-Cattolica dell'ormai ex tecnico Simone Lilli, storico tecnico dei giallorossi protagonista della promozione in serie D, dimessosi in settimana dopo la sconfitta rimediata contro la Bagnolese e che sarà sostituito nella sfida col Forlì dal secondo Maurizio Galli in attesa che il ds Rino D'Angeli nomini un nuovo tecnico per la formazione rivierasca.

"Le dimissioni del loro allenatore possono essere una trappola per noi, ma tutto dipenderà da come affrontaremo la gara perché non esistono partite facili - ammonisce mister Angelini alla vigilia del match -. Cercheremo in ogni modo di fare bottino pieno, purtroppo dovrò fare a meno di Tortori, Biasiol e forse di Croci che non è al meglio ma anche mercoledì abbiamo messo in campo otto under, quindi le alternative non mancano". Il Forlì ritrova Gigliotti dopo la squalifica e che affronterà una Marignanese vogliosa di rifarsi e da non sottovalutare, che potrebbe avere una scossa di orgoglio dopo l'addio in settimana di mister Lilli.

"Sono una buona squadra ma sono convinto che tutto dipenderà da noi, da come entreremo in campo e dal tipo di atteggiamento che avremo - aggiunge -. Il nostro cammino è stato fino ad ora dai due volti perché nelle prime cinque gare non eravamo continui e ci mancava qualcosa a livello di giocatori. Poi dopo la sosta forzata causa covid siamo riparti con una nuova identità, speriamo ora che anche i risultati arrivino a dare conferme al nostro percorso di crescita, ripartendo a vincere proprio domenica". Questi i convocati: De Gori,  Stella,  Croci, Giacobbi, Gkertsos, Marzocchi, Sabato, Sedioli, Zamagni, Ballardini,  Battaglia,  Buonocunto, Bedei, Corigliano, Piva, Gigliotti, Zabre, Pozzebon, Gasperoni e Ferrari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Forlì incontra un Cattolica ferito e senza lo storico mister: "Non esistono partite facili"

ForlìToday è in caricamento