menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il forlivese Molea a Seul per allargare i confini della promozione sportiva nel mondo

L’associazione coreana di promozione sportiva Kowsc è da poco entrata a far parte della galassia dei 45 membri della Confederazione che, nel mondo, rappresenta oltre 230 milioni di sportivi amatoriali

Includere nella Confederazione internazionale dello sport amatoriale anche l’Asia allargando i confini della promozione sportiva nel mondo dove favorire la pratica dello sport di base come strumento di politiche sociali: con questo obiettivo, il forlivese Bruno Molea - presidente della Confederazione internazionale dello sport amatoriale - si trova in queste ore in Corea del Sud, ospite del Korean Workers Sport Committee. L’associazione coreana di promozione sportiva Kowsc è da poco entrata a far parte della galassia dei 45 membri della Confederazione che, nel mondo, rappresenta oltre 230 milioni di sportivi amatoriali: per questo, nella volontà di presentare la propria struttura e promuovere il proprio territorio, la dirigenza di Seul ha invitato il presidente Molea a conoscere istituzioni e strutture sportive coreane.

Il Korean Workers Sport Committee vanta in Corea del Sud 700.000 membri e promuove la pratica di più di 30 discipline sportive. Myung Soo Eo, il suo presidente, ha accolto Csit e il presidente Molea con tutti gli onori proponendo un programma di visite istituzionali e a infrastrutture sportive, oltre che iniziative di promozione della cultura del Paese. Kowsc ha però invitato Molea anche come presidente dell’Associazione Italiana Cultura Sport, con cui stabilire accordi di joint venture per promuovere in particolare taekwondo ed e-sports. "Proprio in questi giorni così confusi e tesi per le politiche internazionali mondiali, utilizzare lo sport come leva di dialogo e conoscenza tra Asia e Paesi occidentali è utile e strategico - commenta il presidente Molea -. A Seul ho trovato un’accoglienza propositiva e ciò non può che far piacere al movimento mondiale dello sport amatoriale che vede nello sport di base un importante strumento di politiche sociali e di cooperazione internazionale. Unire i territori e promuovere dialogo e conoscenza attraverso un linguaggio di pace universale come quello sportivo è oggi più che mai utile e importante per chi si occupa di politiche internazionali".

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento