menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Gaetano Scirea vuole voltare pagina: contro Reggio Emilia la prima delle dieci finali salvezza

Servirà una grande impresa per sbrogliare questa difficile matassa, ritrovando buona continuità nell’arco dei 40’

Alle porte un mini campionato che dovrà condurre la nave bianconera verso l’ennesimo porto salvezza; si parte dall’infausta ultima posizione –quella che conduce all’inferno C Silver – col timoniere Alessandro Tumidei che dallo scorso fine settimana ha caricato a bordo la pepita Lorenzo Brighi, già in grado di ridare entusiasmo ad un gruppo depresso dalla doppia cifra in sconfitte consecutive. Ancora ad inveire per quello sciagurato secondo quarto inscenato a Molinella, il Gaetano Scirea prova anima e corpo a voltare pagina trovando però sulla strada un avversario assai insidioso che risponde al nome di Reggio Emilia.

Servirà una grande impresa per sbrogliare questa difficile matassa, ritrovando buona continuità nell’arco dei 40’ e facendo valere il pur sempre amico fattore Palacolombarone dove spesso Davide la spunta su Golia. Per l’occasione rientra nei ranghi l’under Mistral mentre saranno da valutare fino all’ultimo le condizioni degli altri junior Cinti e Zambianchi alle prese con i guai alle caviglie. Per l’occasione i giovani aquilotti (2010) del minibasket accompagneranno in campo i propri beniamini prima del minuto di raccoglimento in memoria di Kobe Bryant disposto dalla FIP.

GLI AVVERSARI – Appena retrocesso dal campionato cadetto, il sodalizio biancorosso ha costruito un ossatura in grado di rientrare prepotentemente al piano di sopra. Dalla Virtus Imola arriva in plancia il coach romagnolo Davide Tassinari, oramai abituato a gestire organici di prim’ordine. Sull’ossatura della passata stagione ed alcuni under sono giunti diversi atleti di categoria superiore; gran parte del fatturato offensivo arriva dalla coppia interna Sakalas – Germani che siglano quasi il 50% dei punti di squadra.

Il lituano, proveniente da Agropoli (C Silver), vanta un buon 18+7 di media mentre l’autentico fulcro dell’attacco risponde al nome di Germani (5° marcatore del girone, 18+8) ennesimo prodotto della cantera reggiana. Gli esterni del quintetto sono tutti nuovi e provengono dalle dirette concorrenti: il play Cunico (Fiorenzuola, 16 di valutazione media), la guardia Astolfi (Montecchio) e l’ala Magni (Ferrara). Dal pino allargano le rotazioni l’esperto Luca Bertolini, il neo acquisto da Rbr Rimini Picio Bianchi, pericoloso tiratore, come cambio dei piccoli ed Emanuele Pini, fratello d’arte ex Salus.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento