rotate-mobile
Sport

Il rammarico di Galli: “Sono sconfitte che segnano ma dobbiamo continuare a crederci”

Lo stop con Verona scava un solco con Trieste e Jesi, terzultime, a +4. Ma coach Massimo Galli tiene dritta la barra: "La ruota gira se continueremo a crederci potremo salvarci".

Trieste scappa a +4. La Silver, dopo lo stop con Verona, è uno spettro che fa paura. Ma coach Massimo Galli non demorde: “Ovviamente ora c'è grandissimo rammarico, queste sconfitte restano dentro, fanno male. Avanti di 5 punti a pochi minuti dalla sirena, t'illudi poi vedi la vittoria fuggire. Non è semplice, soprattutto, se questa è la terza volta negli ultimi 7 giorni. Ma lo confermo: non dobbiamo mollare, se l'atteggiamento sarà battagliero, potremo salvarci; la ruota gira e se sei pronto mentalmente le vittorie arrivano. Nell'ultimo quarto, davanti alla loro aggressività c'è mancata la lucidità, non abbiamo mosso la palla come dovevamo. E quando fai due o tre palleggi in più, la difesa si adegua e il gioco è finito. Brava Verona a raddoppiare sul pick'n'roll meno noi a non far uscire rapidamente la palla. Mancano ancora otto partite alla fine, c'è spazio per l'impresa. D'altronde sapevamo di doverci guadagnare tutto.” Sulla pessima prova di Nicholas Crow: “E' un giocatore importante per noi, fondamentale. Stasera ha giocato 25', il minutaggio inferiore dell'anno. Non è entrato in partita forse per troppa voglia. Evidente che se lui non fa una gara sufficiente, fatichiamo a vincere.” Su Saccaggi: “Ha deciso di giocare, gli va dato merito di aver dimostrato un grande attaccamento alla maglia.” Soddisfatto, ovviamente, il timoniere di Verona, Alessandro Ramagli al suo terzo alloro consecutivo: “Abbiamo visto la partita ch ci aspettavamo: a Forlì non è mai facile vincere, per clima, intensità, voglia loro. Negli ultimi possessi il nostro merito è stato difendere al massimo, sfruttare il loro calo d'energia. La pressione sui portatori di palla e la difesa su Cain sono state le chiavi del successo, insieme alla rapidità nel ritornare sull'uomo una volta rotto il raddoppio."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rammarico di Galli: “Sono sconfitte che segnano ma dobbiamo continuare a crederci”

ForlìToday è in caricamento