menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Aics Basket Forlì guarda al futuro: "Obiettivo restare in C2"

Nella stagione 2013 2014 l’Aics Basket Forlì presenterà una rosa con 6 elementi, forse 7, appartenenti alla categoria Under 21, contro i 3 richiesti dal regolamento vigente

Le mutate condizioni economiche generali del mondo dello sport, dirà qualcuno; il progetto iniziato ormai diversi anni fa che arriva al proprio compimento, l’ipotesi di qualcun altro. Più probabilmente, una felice concomitanza tra un’idea nata e coltivata con attenzione ed un momento non semplice anche per il mondo dello sport dove, forse, ora bisognerà limitare davvero, e non poco, alcune voci di spesa che negli anni hanno assunto proporzioni fuori logica.

IL PUNTO - Nella stagione 2013 2014 l’Aics Basket Forlì presenterà una rosa con 6 elementi, forse 7, appartenenti alla categoria Under 21, contro i 3 richiesti dal regolamento vigente. Una scelta, come si diceva nell’introduzione, maturata da tempo, che porterà quindi in prima squadra il frutto di un lavoro scelto e voluto dalla Società e svolto dal settore giovanile e da tutti i suoi allenatori. “Raggiungiamo così un obiettivo che ci eravamo posti diversi anni fa” il commento del presidente dell’Aics Basket Forlì, Gabriele Ghetti “portando a maturazione alcuni giovanissimi atleti, proprio nel momento più indicato, il momento cioè in cui la squadra ha bisogno di loro”.

“I ragazzi sono finalmente pronti” spiega Gianluca Gori, responsabile del settore giovanile dell’Aics Basket Forlì “sia da un punto di vista fisico che tecnico. Il lavoro è iniziato anni fa, come oggi inizia e prosegue nel minibasket per i nati nel 2003, 2004 e 2005. Per noi è fondamentale coltivare l’aspetto sociale di questo sport, mettendo proprio i ragazzi al centro della nostra attenzione; in questo senso, i risultati vengono dopo, contano cioè molto meno”.

Luca Chiadini, allenatore prima squadra ed Under 19: “L’obiettivo unico non esiste. Dobbiamo intanto preservare la categoria, la C2, che sta diventando un campionato estremamente competitivo, difficile; e poi, naturalmente, dobbiamo fare in modo che i ragazzi crescano, monitorando costantemente il loro avanzamento. Nel nostro girone tutte le squadre parlano di politica dei giovani, ma le prime cronache di mercato ci raccontano che, al contrario, si stanno tutte rafforzando con atleti importanti. Anche per questo” prosegue Chiadini “all’inizio il campionato potrebbe essere uno shock per i nostri ragazzi, ma sono certo che l’obiettivo di mantenere la categoria è assolutamente alla nostra portata”.

“Ed anche per questo” precisa Ghetti “è comunque importante mantenere cinque/sei atleti più esperti, che siano l’ossatura della squadra ed il collante per i giovani che approdano alla C2 per la prima volta”. I giovani in questione, per la loro maggior parte sono al di sotto dei 19 anni, e quindi parteciperanno anche l campionato Under 19; l’Aics Basket Forlì ha scelto di iscrivere la squadra al campionato regionale Elite, scegliendo quindi un torneo impegnativo, che a sua volta possa dare l’opportunità di crescere, di migliorarsi, affrontando situazioni di gioco sempre nuove e più complesse.

“In effetti, ci vuole molto coraggio” conferma Chiadini “ma fare oggi un’operazione simile significa assicurarsi un futuro nell’arco dei prossimi 3/4 anni, una programmazione che pensiamo possa prendere in contropiede tutte quelle società che invece continuano a cercare solo i più esperti bypassano le nuove leve, togliendo loro la possibilità di fare esperienza.”. Chiadini, come Ghetti e Gori, sa bene che le forse di questi ragazzi andranno bilanciate tra il Regional Elite Under 19 e la C2, dosando quindi allenamenti con partite, per salvaguardare un miglioramento che è possibile di fatto solo giocando. Anche con queste attenzioni il progetto prosegue, a dimostrazione concreta di una volontà che molti esprimono a parole e l’Aics Basket Forlì rende viva nei fatti.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento