Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

L'Edera Triathlon Forlì si prepara alla ripartenza: "Una luce che vuol dire speranza"

L'anno scorso, l'esplosione della primavera era coincisa con quella della pandemia che aveva portato ad una brusca interruzione di ogni attività

L'Edera Triathlon Forlì è pronta a riprendere da dove aveva lasciato. Aveva lasciato con i festeggiamenti per il ventennale di attività 1999-2019, avvenuti qualche mese prima dell'esplosione della pandemia, festeggiamenti in cui, in clima del tutto diverso da quello attuale, si erano tirate le somme di un ventennio ricco di risultati e soddisfazioni frutto dell'attività di oltre 150 tesserati alla sezione. L'iniziativa dei mezzofondisti Gian Piero Gramellini , tuttora responsabile della Sezione, Lacerenza Gianni entrambi al tempo in forza all'Edera Atletica, del loro allenatore Giorgio Reggiani e degli amici Claudio Strinati e Matteo Ranucci aveva permesso di gettare le basi di quella che attualmente è una solida realtà delle multidiscipline in Italia con un gruppo composto da oltre 40 unità.

I primi anni avevano visto successi importanti nel Duathlon, multi disciplina composta da tre frazioni corsa-ciclismo-corsa senza soluzione di continuità con un palmares di tutto rispetto. E' forse un destino che la prima gara post lockdown sia proprio la disciplina che ha dato il là all'attività della Sezione dell'Edera con la gara in programma a Forlì il 2 maggio prossimo.  Nella disciplina la compagine forlivese vanta ben 12 convocazioni in maglia azzura, ottenute da Gianni Lacerenza, vincitore tra l'altro dell'oro ai Campionati Mondiali a Squadre 2001, Romina Ridolfi, 3° ai campionati Europei a Squadre 2001, Cristian Casali, argento ai Campionati Europei Age-Groupe 2006 e soprattutto Laura Giordano, vera outsider in quegli anni e vincitrice nel 2004 della Coppa del Mondo Duathlon, oltre al titolo Italiano assoluto e il bronzo ai Campionati Mondiali Individuali.

Successivamente è diventato il Triathlon la disciplina traino per la sezione con risultati di altrettanto vanto per il gruppo nato in seno della Polisportiva Edera che attualmente conta ben 66 risultati Finisher Ironman ottenuti da oltre 30 atleti in attività in questi anni. "E' quindi con grande emozione che l'Edera Triathlon Forlì e suoi atleti si appresta ad affontare questa ripartenza che si auspica cauta ma definitiva - esclama Gramellini -. Per il secondo anno l'arrivo della primavera e della buona stagione, preludio dell' atteso periodo agonistico in cui si raccolgono i frutti degli sforzi e sacrifici fatti durante gli allenamenti invernali, ha un sapore diverso. L'anno scorso, l'esplosione della primavera era coincisa con quella della pandemia che aveva portato ad una brusca interruzione di ogni attività. Con il passare dei mesi anche l'ipotesi di una possibile ripresa ben presto scemava al cospetto di una situazione sanitaria che non accennava a placarsi. Quest'anno i primi raggi del sole di primavera oltre a risvegliare la natura, per fortuna mai interessata ai lockdown, hanno forse la luce ed il calore di un tempo. Una luce che vuol dire speranza e illumina il fondo di quel terribile tunnel che ci ha imprigionato e segnato in quest'ultimo anno ed un calore che scalda e scuote noi tutti mai così pronti a ripartire".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Edera Triathlon Forlì si prepara alla ripartenza: "Una luce che vuol dire speranza"

ForlìToday è in caricamento