rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Sport

L'Unieuro non può fare a meno di Rush: lo svedese premiato con la convocazione in nazionale

La solida stagione di Erik Rush è stata premiata con la convocazione nella nazionale svedese per disputare le gare di qualificazione ad Eurobasket 2022

E' tra i giocatori più prolifici e costanti in rendimento dell'Unieuro Forlì 2.015. La solida stagione di Erik Rush è stata premiata con la convocazione nella nazionale svedese per disputare le gare di qualificazione ad Eurobasket 2022. Rush scenderà in campo con gli scandinavi nelle sfide contro Turchia (20 febbraio) e Paesi Bassi (22 febbraio). Entrambe le gare si giocheranno nella “bolla” predisposta ad Istanbul. In virtù della sua convocazione, la gara contro l’Npc Rieti, verrà posticipata e giocata al 3 marzo all'Unieuro Arena, con palla a due alle 17).

Il nome di Rush compare nella top five delle statistiche delle palle recuperate, elemento che evidenzia come il numero 1 sia cresciuto con coach Sandro Dell'Agnello anche a livello difensivo. Viaggia con una media di 14,5 punti a partita, con una percentuale del 56% dal pitturato, 36% dalla distanza e 67% dalla lunetta (solo nei match nel girone d'andata contro Ferrara e San Severo non è andato in doppia cifra, con 7 e 5 punti).

Per quanto riguarda gli assisti sono 2.1 per incontro, mentre i rimbalzi 5.7. Nel derby contro l'OraSì Ravenna è stato tra i migliori in campo tra i biancorossi dopo l'incontenibile Terrence Roderick, con 12 punti degli 83 di squadra nonostante qualche errore di troppo sotto canestro (33%). Con T-Rod si trasforma in una coppia altamente prolifica: atletismo e fisicità, questa Unieuro non può fare a meno del numero 1.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Unieuro non può fare a meno di Rush: lo svedese premiato con la convocazione in nazionale

ForlìToday è in caricamento