menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Unieuro non volta pagina dopo Ravenna: debacle contro Orzinuovi, bordata di fischi

Disastro al PalaGalassi, coi biancorossi mai in carreggiata e sempre in balia dell’avversario. 

Incredibile ma vero: dopo cinque vittorie consecutive ed una sconfitta in casa della capolista Ravenna, l’Unieuro Forlì 2.015 cade in casa contro il fanalino di coda Orzinuovi, a secco di vittorie dallo scorso 30 ottobre. Disastro al PalaGalassi, coi biancorossi - fischiati a fine gara - mai in carreggiata e sempre in balia dell’avversario. "Mo" Watson si vede solo nella prima fase del match, poi sulla distanza si spegne. Non sono bastati i 18 punti di Pierpaolo Marini, i 15 di un Erik Rush non al top della condizione fisica ed i 16 di Jacopo Giachetti, out per cinque falli negli ultimi istanti del match dopo aver tenuto incollata l'Unieuro con una tripla. Ad Orzinuovi è filato tutto liscio nelle fasi decisive, "on fire" dalla distanza e dal pitturato. L'Unieuro non volta pagina: la squadra di coach Sandro Dell'Agnello sarà chiamata a farlo domenica prossima al Palasport di San Severo.

La partita

Dell’Agnello ritrova Ndoja e parte con Watson Jr, Marini, Oxilia, Benvenuti e Bruttini. Sblocca subito il match Marini, che fa quindi partire un lungo lancio di peluche sul parquette per l’iniziativa benefica “Teddy Bear Toss”. Mekowulu pareggia, poi dopo una fase di stallo Marini a 2’12’’ riporta avanti i biancorossi. Si gioca punto su punto, poi Carenza trova la prima tripla del match portando avanti gli ospiti (8-9) a 3’38’’. Partenza positiva dell’Agribertocchi, con Mekowulu che realizza dall’area ed insacca un libero dopo aver subito fallo da Benvenuti. Primi punti per Watson, poi Bossi a 4’53’’ porta sul 10-14 i suoi, con conseguente primo timeout Unieuro. Rush e Benvenuti riportano a -1 Forlì, poi Miles porta 3 punti ai suoi (uno dal colorato): 13-17 a 6’9’’. Errore non da Giachetti, che nel tentativo di servire Rush regala un pallone a Parrillo, che trova la fortuna dalla distanza e fissa il 15-20. Il capitano poi commette fallo su Galmarini, che fa 2/2 e porta la formazione bresciana sul 15-22. Bomba di Carenza, che porta a 10 le lunghezze di vantaggio di Orzinuovi: partenza shock dell’Unieuro, in affanno di fronte alla solidità difensiva ed all’alto pressing degli ospiti. 6 punti forlivesi consecutivi (5 Watson, 1 Giachetti) chiudono il primo quarto 21-25.

Apre il secondo quarto Negri con una tripla, a cui risponde Marini, realizzando un libero dopo il canestro dall’interno dell’area: 24-27. Bruttini rileva un pessimo Ndoja, gli ospiti continuano a punire i padroni di casa e si portano sul 26-33 con Negri a 12’5’’. Break di 4 portato da Giachetti, sul 29-33 Orzinuovi spende il suo primo timeout. Si riporta a -1 l’Unieuro dopo la tripla di un gran Marini a 15’14’’, che fa urlare il  PalaFiera. Mekowulu regala 4 punti ad Orzinuovi, poi Watson da fuori fissa il 37-38. Timeout Unieuro dopo il canestro del 37-40 firmato Miles. Break Forlì, che con Watson e Benvenuti torna avanti: 41-40 a 17’32’’. Gli americani consentono a Forlì di portarsi sul 46-42. Rush però sul 48-44 commette una grossa ingenuità, fermando fallosamente Parrillo, che cercava la tripla: tre liberi insaccati dal numero 8 ospite. A metà gara il tabellone dice 48-47.

Super Marini in avvio di terzo quarto, che realizza 4 punti intervallati dalla bomba di Carenza. 52-50 a 21’1’’. I padroni di casa alzano il ritmo e cominciano a crearsi un discreto margine di vantaggio, a 23’57’’ infatti Rush schiaccia e fissa il 61-54. Rush fallisce due liberi su due e mantiene i suoi a quota 63, contro 60 di Orzinuovi a 26’23’’. Due liberi a testa per Ndoja e Negri, poi Miles a 28’44’’ trova la tripla del 65-66, con conseguente timeout per Forlì. Chiudono il quarto due liberi dubbi per gli ospiti (presunto fallo di Bruttini su Mines) che fanno infuriare il palazzo, il numero 6 di Orzinuovi porta sul 65-68 i suoi e spaventa Forlì.

Galmarini sblocca l’ultima fase dell’incontro, a cui rispondono Marini e Giachetti. Si gioca esattamente punto su punto, fino a quando al canestro di Giachetti segue Bruttini, che riporta avanti di 1 i suoi compagni a 33’11’’. Due triple consecutive degli ospiti, prima con Parrillo poi con Miles, che obbligano Dell’Agnello a spendere il timeout sul 75-80, con appena sei minuti rimanenti per ribaltare il risultato. Rush e Giachetti pasticciano, ne approfitta Miles che schiaccia portando sul 76-82 Orzinuovi. Doppio centro dal colorato per Negri, che porta ad 8 le lunghezze di vantaggio per i suoi. Due canestri consecutivi di capitan Giachetti spingono Corbani al timeout sull’80-84, con 3’41’’ ancora tutti da vivere. Fallo tecnico fischiato a Giachetti che fa esplodere la rabbia dell’Unieuro Arena, un libero assegnato agli ospiti che Parrillo trasforma. Punto su punto fino all’84-87, poi Negri a 38’7’’ regala l’ennesima bomba agli ospiti: 84-90. 2/2 dal colorato per Giachetti, poi Bruttini su tap-in riporta a -2 (88-90) Forlì ed infiamma i supporters di casa, resta 1’12’’ da giocare. Timeout Orzinuovi. Fallo di Giachetti, Miles li realizza tutti e fa 88-92. Tripla di Rush, doppio libero di Bossi. Quest’ultimo poi ferma fallosamente Watson, che a 11’’ dalla fine fa 1/2. Toccano poi a Negri due liberi, li insacca entrambi: 92-96, 10’’ rimanenti e timeout Forlì. Nulla accade nel finale, Orzinuovi espugna Forlì 92-96 per la gioia dei dieci tifosi venuti in trasferta al PalaFiera.

UNIEURO FORLÌ – AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI 92-96 (21-25; 48-47; 65-68)

UNIEURO FORLÌ: Rush 15, Kitsing NE, Giachetti 16, Campori, Watson JR 17, Petrovic, Marini 18, Cinti NE, Oxilia, Benvenuti 10, Bruttini 12, Ndoja 4. All: Dell’Agnello.

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI: Bossi 10, Miles 27, Parrillo 10, Varschin, Guerra, Galmarini 8, Jovanovic NE, Negri 19, Carenza 13, Mekowulu 9. All: Corbani.

SPETTATORI: 3257

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento