menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La chiamata a raccolta di Miro: “E' ora di sfatare il tabù PalaFiera”

Bologna Biancoblu è avvisata: domenica Le Gamberi vogliono finalmente "regalarsi" il primo successo stagionale casalingo. Dopo due hurrà consecutivi a Imola e Brescia, ad attendere i ragazzi di Salieri un ambiente carico a molla.

La metamorfosi del guerriero Miro. A vederlo rispondere, sorridente, con la testa poggiata al muro della palestrina del PalaFiera, gli occhi un po' sui taccuini dei giornalisti un po' sulle retine mosse dai cesti di riscaldamento di Musso & Co. sembrano passati secoli dal 16 novembre scorso, quando Miroslav “Miro” Todic, nella medesima situazione, ringhiava in conferenza pre-trasferta a Trieste (lungo viaggio risultato poi vittorioso) bollando le critiche allo scricchiolante gioco della sua FulgorLibertas, come “bullshit” (sciocchezzuole, vi piace come traduzione allo zucchero filato?). Ma ad “addolcire” la massiccia ala montenegrina nata il 6 gennaio, giorno del Natale ortodosso, ovviamente non è stato solo il tempo: hanno pesato molto di più i due successi consecutivi colti dai biancorossi a Imola e Brescia che hanno galvanizzato l'ambiente e per Todic, l'aver dimostrato con due gare solidissime (in primis l'ultima in Lombardia dove l'ala ha letteralmente spinto a suon di triple Forlì, ferma sul 78-70, al recupero) di meritare senza dubbio alcuno, un ruolo da protagonista in LegaDue.

“Siamo in un buon momento – conferma Todic – veniamo da partite nelle quali ci sono riuscite cose che magari un mese fa mancavano. Credo meritassimo di più, specie in casa, ma vuoi la sfortuna, vuoi qualche errore di troppo, abbiamo raccolto meno”. Ora l'aria in squadra sembra decisamente cambiata, si respira la giusta tensione emotiva: “Il basket non è uno sport facile – commenta l'ala-pivot –; è normale ci siano momenti di alti e bassi. Mettiamoci poi che questa è squadra rinnovata, con un tecnico nuovo e tanti giocatori che non si erano mai visti. Il lavoro però paga sempre”.

Sarebbe ora di raccoglierne i frutti anche in casa, contro la Budrio-Bologna-Biancoblù. “Domenica? - replica l'inossidabile montenegrino - Stiamo studiando attentamente gli avversari: il coach e tutto lo staff tecnico ci diranno sicuramente come fermarli. Noi dobbiamo solo pensare a lavorare duro e finalmente a vincere in casa. E' da mesi che ce lo diciamo, io per primo: stavolta è ora davvero di sfatare 'sto tabù, stappare la bottiglia; far felici i nostri tifosi. Io rispetto sempre le scelte dei supporter: se vorranno sostenerci sarà un motivo in più per dare il massimo, se no, nostro compito sarà impegnarsi ugualmente”.

Trasferta a Verona con il “Marini” – In occasione della partita di sabato 12 gennaio 2013, il Basket Club Marini lancia la sottoscrizione per la trasferta in casa della Scaligera Verona. Partenza prevista il giorno stesso alle ore 16:30 presso parcheggio antistante PalaFiera. Richiesta iscrizione entro mercoledì 9 gennaio recandosi direttamente nella sede del BCM (v.le Appennino, 6) o telefonando allo 329.0968047. Prezzi (escluso biglietto): 15€ per soci, 18€ non soci.

Regalo - In occasione della gara fra Le Gamberi Foods e Biancoblù Basket Bologna, i primi 300 abbonati della gradinata che si presenteranno al palazzo indossando la t-shirt "io sono il sesto uomo", potranno accedere gratuitamente alla curva del primo anello di tribuna.  Per partecipare a questa promozione gli interessati potranno recarsi direttamente alle entrate del primo anello esibendo la maglietta omaggiata durante la campagna abbonamenti e occupando quei posti non riservati agli abbonati del settore.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento