menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Leggenda Rod Griffin tra passato e quarantena: "Mi manca tanto allenare"

Rod Griffin ha vinto la sfida del contest lanciato dalla Lega Nazionale Pallacanestro contro una stella del basket mondiale passata da Forlì, come Bob McAdoo

Ha infiammato il Villa Romiti negli anni ’80, diventando un simbolo del basket forlivese. E' stato tra i giocatori che ha avvicinato tanti tifosi al mondo della pallacanestro ed aperto la strada ai tanti campioni che sono passati nella città mercuriali negli anni successivi. Rod Griffin è realtà, talmente grande da essere Leggenda. Rod Griffin ha vinto la sfida del contest lanciato dalla Lega Nazionale Pallacanestro contro una stella del basket mondiale passata da Forlì, come Bob McAdoo.

Ora c'è la fase nazionale, che porterà all’elezione della "Leggenda tra le Leggende". Griffin è "sceso in campo" sabato dalle 18 per affrontare Andrea Pecchia, vincitore a Treviglio. Nel primo turno ci sono sempre 24 ore per esprimere il proprio voto. Attenzione: da ora in poi si vota solo sui canali ufficiali LNP: la pagina Facebook ed il profilo Instagram. Al termine del primo turno ci saranno 11 Leggende promosse agli ottavi di finale. Cui saranno aggiunte, con un ripescaggio, le 5 migliori perdenti, tenendo in considerazione tutti i valori numerici a disposizione dagli esiti delle varie sfide. Seguiranno quarti di finale, semifinale e la Finale. Il 26 maggio si conoscerà il voto della “Leggenda tra le Leggende”.

Griffin ha espresso ai microfoni di ForlìToday la sua felicità per la vittoria, pur non nascondendo il disagio per l’astinenza dalla pallacanestro per effetto dell'emergenza sanitaria in atto.

Come sta trascorrendo questa quarantena senza pallacanestro?
Stando a casa, faccio qualche videochiamata con le mie squadre e le pulizie, come quasi tutti penso.

Quanto le manca allenare?
Tanto. Cerco di non pensarci, perché tanto non si può fare diversamente. Manca la palestra, vedere le partita, l’allenamento, manca la vita normale.

Come si è sentito dopo aver saputo di essere stato nominato Leggenda dai tifosi biancorossi? 
Molto contento e sorpreso.

Qual è la partita più bella che ricorda di più e perché?
È difficile ricordarsi una partita in particolare. Mi ricordo le aspettative di molti match, però è difficile dirne una piuttosto che l’altra”.

C’è qualche ex compagno di squadra con il quale è ancora legato?
Sono legato a tutti i miei compagni di squadra. E' chiaro col tempo non ci si senta più spesso, però sono legato a tutti. Alcuni li sento anche per la vicinanza, però non c’è una persona in particolare a cui sono legato di più.

Tra i ragazzi che allena, c’è qualcuno che le ricorda il suo modo di giocare o che le piace particolarmente?
Preferisco non fare nomi, per rispetto verso tutti gli altri ragazzi che alleno.

Si aspetti che la al società ritiri la tua maglia numero 9?
Non mi aspetto niente. Questa è una cosa che non posso controllare io. Aspetto di vedere che cosa succede. Non posso mettere le mie aspettative sull’operato di altre persone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento