menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Gamberi, patemi da derby: Imola va ko 91-88 dopo un overtime

Una brutta FulgorLibertas rischia tantissimo riuscendo a piegare Imola (e un super DJ Gay) solo dopo un supplementare. Decisivi i liberi finli e un antisportivo di Maestrello a 26" dal gong.

C'è mancato davvero pochissimo – un canestro, un fischio dubbio (l'antisportivo a Maestrello su Roderick a 26” dalla sirena supplementare che ha ribaltato il punteggio, da -2 a +2), un libero sbagliato di Gay – e Forlì avrebbe potuto davvero complicarsi terribilmente la corsa ai play-off. Nel derby delle emergenze e delle infermerie piene (out Frassineti per Imola e Soloperto per Forlì), se l'idea era che prevalessero le motivazioni FulgorLibertas su quelle di un'Aget che nulla più ha da chiedere a questo campionato, e dunque si assistesse a un derby a senso unico, questa era totalmente sbagliata.

Molle, svogliata, abulica (su tutti, Bo Spencer regala un secondo tempo di nebbia) Forlì con una fiammata a metà II periodo dove tocca il +13, s'illude d'aver già due punti in tasca. Invece DJ Gay III (ottimo al suo high-season: 31 punti) e il duo di pretoriani Maestrello-Masoni scardinano le flebili difese locali, portando, dal 20', la partita su un serratissimo punto a punto (guidato per Forlì da Bernardo Musso e Terrence Roderick: 27 punti e 16 rimbalzi; bei numeri per festeggiare l'arrivo della secondo genita, Lyric) e al meritato supplementare. Lì, la decidono la fame di Natali, Borsato, i colpi di Roderick e, nella pioggia di liberi finali, anche la precisione di Musso. Avesse vinto Imola, è chiaro a tutti, non ci sarebbe stato scandalo, anzi. Restano che i due punti del derby per Le Gamberi valgono oro, il 6° posto a 26 punti (in compagnia di Verona e Bologna vincenti a Scafati, l'una, in casa con Brescia, l'altra), 2 in più di Scafati e 4 dalla nona, Trento.    

Primo quarto – Annotati gli assenti durante il riscaldamento (per Imola niente Matteo Frassineti causa strappo al polpaccio, Forlì con Soloperto in canotta ma fuori servizio) i primi minuti non regalano di che esser felici per Forlì: contratta, pasticciona (3 perse in 5'), poco lucida, Le Gamberi subisce la difesa Aget chiusa ermeticamente in area e ben attenta su Spencer. L'attacco imolese galvanizzato gira di conseguenza con Chillo e Valenti a metter, nel pitturato, il primo cuneo: 3-7, 3'30”. Maestrello (tripla più incursione) e DJ Gay III mettono fantasia nel motore ospite spingendo anche sul perimetro. Imola fugge: 5-14, 6'. Dell'Agnello chiama time-out, ricalibra gli assetti e prova la carta Borsato play aggiuntivo. Il primo a trovarne beneficio è Bo Spencer (12-14, 7'30”). Valenti assicura solidità e punti agli ospiti sfruttando superiorità fisica (4 punti, 14-20, 8') ma l'equilibrio è nell'aria. Una fiammata di Natali, doppia tripla, fa scendere la sensazione direttamente sul parquet: 20-20, 10'.

Secondo quarto – Fucà tenta Foiera per sfruttare il vuoto in area forlivese ma è di Dell'Agnello lo spunto tecnico migliore. Forlì è, infatti, ben più attenta su Valenti e sulle penetrazioni di Gay. Batman Borsato con una bomba firma il primo sorpasso Le Gamberi: 25-23, 12'15”. Mentre Foiera e Masoni fanno più danni che altro, sul carro dei protagonisti sale Bernardo Musso: il gaucho infila 9 punti consecutivi (tripla, transizione veloce su assist di Borsato e altri due cesti) per il break di 12-0 che al 16' vale 34-23. Valenti tenuto fuori dalle linee di passaggio e Gay a corrente alternata, tolgono benzina a Imola. Tessitori di nuovo in campo, allarga il solco (+13, 38-25, 17'20”) ma Forlì non infierisce, anzi, molla un po' la presa: Chillo, Maestrello e Gay ne approfittano per limare a -8, 42-34 di fine tempo. Si chiude con Masoni che mette un dito nell'occhio di Spencer. Sarà per quello che Bo poi letteralmente scompare?

Terzo quarto – La ripresa dovrebbe consacrare la superiorità forlivese invece, già in principio c'è più Imola che altro: Gay, in special modo, mette la corona (42-37, canestro e fallo, 21'20”) aprofittando per alimentare l'azione Aget nella messe di colpi a salve forlivesi. Tessitori nel frangente è il più deleterio con un cesto sbagliato e il 3° commesso. A siglare break (3-8) e sorpasso sono i piccoli Aget, Masoni e Gay: 45-42, 24'. Imola difende il doppio, gettando caos nelle già confusionarie (e perennemente prive dell'apporto di Spencer) geometrie Le Gamberi. Chillo e ancora un indemoniato Gay dalla lunetta mettono il primo sorpasso Aget del secondo tempo, 45-46 (25'40”). E' l'inizio di un testa a testa deciso solo ai supplementari. La risposta FL è di TRod e Natali (50-46, +4 che è ossigeno puro in una condizione asfittica totale) ma Imola ha incoccato il tridente Gay-Maestrello-Valenti che rimette i pesi a posto (50-54, 28') e li tiene tali fino al 30': 53-56.

Quarto quarto – L'inerzia è ospite e le facce dei locali non ci provano neppure a dire il contrario. Foiera (beccatissimo dal pubblico ma diciamo che pure lui non si sforza di farsi voler bene con atteggiamenti un po' troppo plateali) pesca dalla lunga il +4, 55-60. Forlì è in bolla e si affida all'esperienza di Borsato (57-60, 32') e alla verve di Musso (59-60). Il vero problema è tecnico e resta ancora irrisolto: le penetrazioni con relativi scarichi di Gay. Spencer (in panca a lungo nel IV) quando c'è difende male e la difesa sul play Imola non si adegua. Ne scaturiscono due assist per Maestrello che dall'arco ricaccia indietro i forlivesi: in ultimo, a 36'30”, 66-68. Gli ultimi giri di lancetta sono affidati al solo Roderick che tra una magata (sua) e delle vaccate (sua e di Spencer) trova dalla lunetta il pari: 70-70, 1'30”. Il colpo d'ala risolutivo potrebbe essere il cesto di Roderick dopo rimbalzo su errore al libero di Tessitori (+3, 73-70 a poco meno di 45”) ma ecco che dal penetra e scarica imolese esce una ghiotta palla che Masoni trasforma nella bomba del pareggio. Fortuna vuole che al pastrocchio mostruoso Le Gamberi (dopo 20” di palla avvelenata, Natali fa passi) Imola, con 12” e la sfera del successo, riesca solo a confezionare una penetrazione nella tonnara d'area di Gay e un tiraccio al cielo di Maestrello. Si va ai supplementari.

Supplementare – 5' di ulteriore passione, a tratti supplizi. La trama è la medesima: Forlì imbastisce poco bene e ancor peggio fa in difesa. Esemplare, l'avvio: Borsato illude (bomba, 76-73) e Masoni libero impatta (41'30”). Con le squadre a bonus già dopo 2' comincia una girandola folle di liberi: dalla linea della carità tirano, in sequenza, Foiera (1/2), Roderick (1/2), Gay (2/2), Roderick (1/2), Foiera (2/2), Natali (1/2 quest'ultimo in campo in veste di pivot – col quintettino Dell'Agnello cerca di sopperire alle sciabolate di Gay), Gay (2/2) e TRod (2/2). Una rumba che a 1'17” dalla fine valgono? Pari: 83-83. Seguono due perse una per Gay e una lancinante di TRod. Sul ribaltamento fallo su Foiera che porta a +2 Imola: 83-85. Mancano 35”. Ovviamente la sfera va a Roderick che s'incunea in area e pesca l'antisportivo dubbio ma lecito di Maestrello. L'USA pareggia e sulla rimessa Gay manda Borsato a misurarsi con se stesso: è +2, 87-85 a 21”. Pure il play Aget guadagna di che impattare (87-87). Con 10” da giocare, indovinate cosa succede? Masoni prende il braccio di Musso (5° fallo) che dice 100%: 89-87, 9”. Gay, invece, pure lui in lunetta dopo aver tentato fortuna in area, sbaglia il secondo libero e sul rimbalzo Roderick guadagna altri due cesti facili che con soli 3” da giocare dalla rimessa valgono il 91-88 per Forlì. Fatta fatica.

Le Gamberi Foods FulgorLibertas Forlì 91
Aget Andrea Costa Imola 88

PARZIALI – 20-20; 42-34; 53-56
ARBITRI – Paglialunga (TA), Pasetto (FI), Di Toro (PG)

LE GAMBERI FOODS FORLÌ – Musso 18, Borsato 12, Natali 11, Simeoli 2, Godoli ne, Roderick 27, Tessitori 10, Spencer 11, Soloperto ne, Basile. All. S. Dell'Agnello
AGET IMOLA – Turel, Saccardini, Chillo 11, Maestrello 17, Valenti 12, Masoni 9, Filippini ne, Riga ne, Foiera 8, Gay 31. All. Fucà

NOTE – Forlì: 2p 20/38 (53%), 3p 10/24 (42%), liberi 21/27 (78%), rimbalzi 38 (off. 8); Imola: 2p 19/41 (46% ), 3p 11/20 (50%), liberi 17/22 (77%), rimbalzi 32 (off. 8). Spettatori: 3.000, 100 circa da Imola.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento