menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Gamberi riprende a correre: Veroli stesa 84-73

Dopo la batosta di Verona, pronto riscatto della FulgorLibertas che stende Veroli cambiando registro tra primo e secondo quarto. Prova tutta cuore per il play Bo Spencer.

Forlì, dallo scivolone di Verona alla rinascita con Veroli il passo è stato breve. Chi aveva timore che il -29 di sabato scorso rimediato dalla Scaligera di Lawal e West, potesse perpetuare le proprie tossine per giorni, dimostrando così quanto per Le Gamberi i play-off siano questione forse fuori portata, è stato smentito da una prova di carattere dei romagnoli. “Accompagnati” dai 3.000 del PalaFiera, grazie anche a una prestazione da riscatto forzato di Bo Spencer – reduce da tre gare da insufficienza piena, Bo, impegnato in duello col connazionale pari ruolo Erving Walker, è stato MVP con 22 punti – Roderick e compagni hanno piegato l'ambiziosa (e fin qui deludente) Prima Veroli dettando i ritmi dal 10' fino al gong. Difeso malamente nel I periodo, lasciando spazio alle sfuriate del folletto Walker e al talento di PL Marigney, Forlì ha preso infatti le giuste tare nel secondo concedendo agli ospiti di segnare appena 9 punti (ben meno dei 28 dei 10' precedenti). Sistemata la difesa – sarà stato anche l'effetto di Neve, il gatto nero del PalaFiera, rifugiatosi sotto la panchina della Prima durante l'intervallo? – oltre a TRod e a Todic debilitato ma solido, a “matare” Veroli ci han pensato Stefano “Batman” Borsato (regia occulta e in più 2 bombe nel II e 4 punti consecutivi in avvio di ripresa) e Bernardo Musso. Da notare anche l'apporto di Mattia Soloperto: in campo 8' al posto di un poco mordace Tessitori, il pivot ha raccolto, nel momento del recupero, 4 rimbalzi e 4 punti .

Primo quarto – Crea un po' d'apprensione l'avvio FulgorLibertas: l'ubiquo Marigney (già visto a Imola, no?) ne infila 4, spalleggiato dal pretoriano di Marcelletti, il lituano Jurevicus (cesto più supplementare); dopo 1' è -5, 2-7. Spencer, in evidente ricerca di fiducia, tiene al gancio Forlì (bomba, 5-7) ma il pari ruolo Erving Walker, lasciato troppo libero di correre, sfila il perno: 4 punti di fila e la Prima scheggia a +6, 5-11 (3'40”). Mentre il pubblico comincia a beccare i “grigi” –  oltremodo permissivi – il duo stelle e strisce della Prima, Marigney-Walker, troppo rapidi per la statica difesa biancorossa, continua a pungere (13-20, 7'). Spencer si conferma in serata sì (16 i cesti nel primo periodo) duellando con gli USA Veroli (16-20, 8'). Il problema forlivese resta la difesa che la zona non risolve, anzi, ne acuisce la permeabilità. Al 9' è il momento di Mattia Soloperto, in campo per Tessitori non particolarmente “intenso”. Walker continua a magheggiare al pari di Spencer che insacca la sua 4a tripla sulla sirena preservando il divario dal rischio smottamento: 22-28, 10'.

Secondo quarto – Dalla panchina arrivano le risorse per il recupero: a parte Soloperto, Borsato da “equilibratore” mostra vena da bomber dalla lunga infilando due triple che griffano il pareggio al 12'45”, 29-29. Anche se Todic brilla meno delle ultime uscite casalinghe, spossato dall'influenza, il quintetto heavy con Mattia “Solo” (cui Marcelletti replica con Rinaldi e Infante) offre maggior densità sotto il cesto e potenza difensiva. La partita è vibrante e Le Gamberi si esalta, specie in difesa. Todic, uno spiritato Spencer e Soloperto firmano break (14-3) e netto sorpasso: 36-31, 15'. La metà quarto fa scivolare il match nei ritmi blandi ma il pallino è tutto biancorosso. I secondi tiri agguantati da Rinaldi e Jurevicus danno fiato ai verolani che restano comunque inconcludenti senza più le “scudisciate” di Walker (a lungo in pacca nel II) e Marigney tenuto a bada da Musso e Borsato. Nel II i frusinati segnano infatti appena 9 punti. Musso recupera palla e Roderick può volare a schiacciare a una mano (41-35, 19') conferma Forlì padrona del II chiuso a +6, 43-37.      

Terzo quarto – La ripresa si apre con una stoppata di Bo Spencer su Walker, quasi a testimoniare che di trippa per il play dei laziali (8 punti nel I, 0 nel II, 2 nel III) non ce n'è più. Il gioco è  stentato con le squadre entrambe poco lucide e chiuse (45-39, 23'). L'FL tenta di aprire il castello Prima eccedendo nel tiro da 3 (0/3 in 3') restando fortunatamente appicicosissima in difesa. Al 25' in cattedra si alternano Todic e TRod portando Forlì a +8, 51-43 (27'). Con Spencer a rifiatare la tensione cala e la Prima, forte del quintetto più alto e pesante, lima grosso fino a -2: 51-49 (28'30”). Il pericolo è fugato da Roderick che fa una follia delle sue forzando da 3: 54-49, 29'. Puteggio invariato alla sirena visto che Jurevicus grazia dalla lunga.

Quarto quarto – Roderick, Spencer, Todic? No, a far numeri e dare le prime fatali picconate a Veroli ci pensa “Batman” Borsato: due piazzati ed è +7, 58-51, 31'30”. La macina romagnola è definitivamente accesa: se la difesa FL (zona alternata a uomo) mette in imbarazzo Walker, in attacco “Tex” Tessitori (cesto più fallo di Rinaldi che gli salta in groppa, 60-51) ma, soprattutto, Musso, piazzano cesti di platino. E' il passaportato di Pergamino a scrivere con due triple consecutive la parola fine alla gara: 68-55, 34'30”. Col pressing a tutto campo i ciociari metteno sabbia negli ingranaggi forlivesi (0-4, 68-59, 35'20”) ma Le Gamberi attaccano con sagacia conquistandosi 6 liberi consecutivi: 5 realizzati per il 73-59 (2/2 di Spencer dopo rimbalzo offensivo di un gladitorio Natali) del 37'. A breve arriva il massimo vantaggio, +15, 74-59. Veroli getta la spugna. Dell'Agnello concede una meritata ovazione a Bo Spencer, facendo entrare Basile che nel 1'30” a disposizione segna un punto. Due triple (di Walker e Jurevicus) a match passato concedono alla Prima solo 11 punti di differenza.   

Le Gamberi FulgorLibertas Forlì 84
Prima Veroli 73

(22-28; 43-37; 54-49)
ARBITRI – Pascotto, Migotto, Cherbaucich
LE GAMBERI FOODS FORLÌ – Musso 8, Borsato 11, Natali 2, Simeoli ne, Todic 13, Roderick 17, Tessitori 6, Spencer 22, Soloperto 4, Basile 1. All. S. Dell'Agnello
PRIMA VEROLI – Battaglia ne, Savo ne, Jurevicus 15, Infante 3, Walker 15, Bruttini 12, Rinaldi 6, Carenza ne, Rossetti, Berti, Marigney 22. All. F. Marcelletti
NOTE – Forlì: 2p 25/40 (62%), 3p 8/20 (40%), liberi 10/17 (59%), rimbalzi 36 (off. 10); Veroli: 2p 25/40 (62%), 3p 4/19 (21%), liberi 11/17 (65%), rimbalzi 29 (off. 8); Spettatori: 3.000

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento