menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lecce-Napoli, prova di maturità di Piccinini. E sul rigore sbagliato applica il nuovo regolamento

Piccinini, senza l'aiuto del Var, ha ravvisato l'infrazione commessa dal portiere di casa, sorpreso al momento del penalty con i piedi oltre la linea di porta

Non era una partita di facile gestione. Ma sotto il caldo salentino, Marco Piccinini si è ancora una volta distinto per la sua professionalità. In Lecce-Napoli il fischietto forlivese ha dato prova della sua crescente maturità. Ed ha applicato alla lettera il regolamento, facendo ripetere un calcio di rigore per il Napoli sul punteggio di 0-1 per la squadra di Carlo Ancelotti che Lorenzo Insigne si era fatto parare dall'estremo difensore giallorosso Gabriel.

Recita il nuovo regolamento: "Il portiere difendente deve rimanere sulla linea di porta, tra i pali, senza toccare la traversa, i pali o la rete della porta, facendo fronte a chi esegue il tiro, fino a quando il pallone non sia stato calciato". Piccinini, senza l'aiuto del Var, ha ravvisato l'infrazione commessa dal portiere di casa, sorpreso al momento del penalty con i piedi oltre la linea di porta. Se il numero 24 azzurro avesse segnato, il calcio di rigore sarebbe stato convalidato in quanto l'infrazione del portiere sarebbe stata ininfluente. Durante la partita ha distribuito sei cartellini gialli, tre per parte, in un incontro che ha visto 9 falli subiti dal Lecce e 12 dal Napoli. Piccinini sarà quarto uomo in Fiorentina-Sampdoria in programma mercoledì sera.

marco-piccinini-lecce-napoli-2

Foto Chilla da Lecceprima

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento