menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lega Pro, Spinosa: "Questo gruppo si sta trasformando in una vera squadra"

Il numero dieci biancorosso ha fatto anche qualche considerazione riguardo alla partita di sabato prossimo, nella quale i Galletti si scontreranno contro la Maceratese

"Questo gruppo si sta trasformando in una vera squadra". Parola di Marco Spinosa. Il centrocampista 25enne, arrivato a Forlì lo scorso gennaio, crede nella squadra allenata da mister Massimo Gadda: "Il nostro bilancio è in crescendo, siamo partiti in campionato con il freno a mano tirato, poi piano piano le cose sono andate migliorando. Già da un po' di settimane questo gruppo si sta trasformando in una vera squadra. Penso che lo abbiamo dimostrato anche prima di questa vittoria. Ora le cose stanno andando come dovrebbero andare”. 

Spinosa ripone tanta fiducia nella squadra: “Partita dopo partita, sconfitta dopo sconfitta, noi abbiamo capito che il campionato lo possiamo vivere alla pari delle altre squadre; non siamo mai stati sopraffatti in modo cosi netto dall'avversario, ci sono stati tanti pareggi. Solo contro il Padova c'è stata una dimostrazione di superiorità da parte dell'avversario, per il resto ci sono state partite dove il Forlì ha espresso una buona identità di gioco, merito sicuramente anche del mister che sta facendo con noi un lavoro straordinario”. 

Il centrocampista ha quindi notato differenze nel campionato corrente rispetto a quello giocato in Lega Pro tre anni fa: “Sicuramente questa è una Lega Pro ben più tosta, un campionato a girone unico. Ci stiamo scontrando contro squadre forti, ben attrezzate sia sul piano economico che sul piano del gioco; tuttavia siamo fiduciosi e son soddisfatto perché finalmente sabato è arrivata la prima vittoria che ci ha tirato su di morale. La nostra squadra aveva bisogno di trovare i tre punti il prima possibile e sono arrivati. Adesso dobbiamo andare avanti così”. 

Fisicamente Spinosa i sente in forma: “Da un paio di partite mi sento molto bene, nonostante sabato all'ottantesimo sia uscito perché ero un po' stanco, la partita ha richiesto un gran dispendio di e spesso mi sono dovuto abbassare a fare il quinto. Io ho sempre fatto la mezz'ala, però a volte in fase difensiva mi viene chiesto di abbassarmi un po di più; l'importante è giocare, scendere in campo. In questa squadra per salvarci abbiamo bisogno di dare il massimo tutti quanti”. 

Infine il numero dieci biancorosso fa qualche considerazione riguardo alla partita di sabato prossimo, nella quale i Galletti si scontreranno contro la Maceratese: “Per me sarà come giocare una finale, dovremo dare continuità alla alla prestazione di sabato contro il Mantova, come ha detto il mister continueremo con il lavoro che stiamo svolgendo. Sabato scenderemo in campo contro la Maceratese per giocarci la partita e guadagnarci i tre punti. Sappiamo che nelle prossime partite potremo dire la nostra, dare slancio a questo campionato”. 
 
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento