Marquez incontentabile vince anche l'ultima gara, Dovizioso sfiora il podio

Con questo risultato HRC vince il titolo di miglior team davanti a Ducati nonostante la casa giapponese abbia potuto contare solo su un pilota

Finisce la stagione 2019 della MotoGP con il dodicesimo successo stagionale di Marc Marquez. Il Cabroncito domina con una facilità disarmante, vincendo davanti al solito Fabio Quartararo e il buon Jack Miller. Quarto Dovizioso, solo ottavo Valentino Rossi. Tante cadute, tra cui quelle di Danilo Petrucci, Franco Morbidelli, Joan Zarco e Cal Crutchlow. Honda HRC campione del mondo team. L'alfiere di Cervera trionfa con una semplicità disarmante. Non parte bene, ma in poco tempo recupera sui primi e, decimo su decimo, se ne va. Sono 12 le vittorie stagionali: quest'anno è arrivato o primo o secondo, con un solo zero all'attivo, quello clamoroso di Austin. Inutile fare giri di parole, inchiniamoci davanti a un fenomeno della natura, un alieno arrivato sulla terra per dominare. Secondo il solito Fabio Quartararo. Settimo podio in stagione per il francese, altra grande prestazione di costanza per El Diablo.

E' lui la grande sorpresa di questo 2019, naturalmente il miglior rookie. Domenica non aveva il passo per lottare per il successo e quindi si accontenta della seconda piazza. Chiude il podio Jack Miller. Bravo l'australiano del team Pramac a non crollare nella seconda parte di gara, ma a resistere e a battere Dovizioso, diventando la miglior Ducati in classifica. Il pilota forlivese arriva quarto e, in fin dei conti, è un buon risultato a Valencia per l'italiano. Malissimo Petrucci, ancora a terra. Con questo risultato HRC vince il titolo di miglior team davanti a Ducati, incredibile pensare che la Honda ha vinto questo campionato con un solo pilota, Marc Marquez, dato che Jorge porta a casa solo 27 punti. Yamaha delude. Maverick Viñales doveva avere il passo per stare coi primi, invece arriva solo sesto. Ancora peggio va a Valentino Rossi, ottavo e lontanissimo dai primi. Il Dottore ringrazia le cadute di Petrucci e Morbidelli, se no era quasi fuori dai 10.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tutto sommato sono contento della velocità che abbiamo avuto in gara - esordisce Dovizioso -. Il nostro passo era molto costante e alla fine il distacco da Marquez è stato contenuto. Ho provato a raggiungere Miller per il terzo posto ma lui ha guidato molto bene ed era più veloce di me in alcuni punti, per cui si è meritato il podio. Sono soddisfatto di come abbiamo terminato la stagione perché sia a Sepang che qui a Valencia siamo stati veloci. Confermiamo un solido secondo posto, purtroppo con un distacco in classifica molto importante da Marquez, ma anche con un largo vantaggio sul terzo classificato, nonostante i due zeri di Barcellona e Silverstone in cui non abbiamo avuto colpa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il suo corpo galleggiava in acqua: perde la vita in mare

  • Colpita dal muletto in retromarcia: infortunio mortale in azienda

  • Centauro si schianta contro l'auto in svolta e viene sbalzato contro il guard-rail: è grave

  • Esce di strada e finisce con l'auto contro la recinzione di una casa: è grave

  • Forlimpopoli entra nel Guinness dei Primati per la sfoglia tirata al matterello più lunga del mondo

  • Rogo nella cucina di un appartamento del terzo piano, evacuata una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento