F4 Emirati Arabi, Nannini chiude la due giorni di Dubai con una vittoria e due podi

Tra i protagonisti anche il forlivese Matteo Nannini, protagonista soprattutto della prima giornata di gare

Quattro gare, quattro vincitori differenti. Ha regalato non poche emozioni la prova di Dubai del campionato degli Emirati Arabi Uniti di Formula 4. Tra i protagonisti anche il forlivese Matteo Nannini, protagonista soprattutto della prima giornata di gare: dopo la pole position, il talento del team Xcel Motorsport ha fatto sua Gara 1, mentre nella manche successiva si è dovuto accontentare del secondo posto in rimonta.

Una partenza infelice ha impedito a Nannini di lottare per la vittoria in Gara 3, chiudendo al secondo posto alle spalle del compagno di squadra Shihab Alhabsi. Decisamente complicata Gara 4, col forlivese che ha chiuso al quinto posto ad oltre undici secondi dal vincitore Joshua Durksen. A completare il podio Rui Andrade e Nico Gohler. L’esaurimento di pneumatici nuovi ha impedito al forlivese di attaccare a pieno regime gli avversari.

"Shihab aveva tutte e quattro le gomme nuove perché nella gara precedente si era ritirato, quindi aveva risparmiato il set - spiega Nannini in riferimento al risultato di Gara 3 -. Nei primi giri per me è stato molto difficile, sono sceso in quarta posizione, ma poi ho dato il meglio di me e sono riuscito a recuperare fino alla seconda posizione". Quanto a Gara, nonostante un'ottima partenza (dalla quinta dalla terza posizione già alla prima curva), il pilota del team Xcel Motorsport ha dovuto fare i conti col degrado dei pneumatici e ad un'escursione fuori traiettoria per l'entrata di Roy. "Ho cercato di recuperare, ma la macchina pattinava molto in trazione e risultava complicato, ma anche di questo eravamo a conoscenza prima di partire.”

Malgrado i problemi del venerdì, Nannini lascia Dubai come miglior rookie e leader del campionato, con un vantaggio di 4 punti sul secondo. Il prossimo appuntamento si terrà il 30 gennaio sul tracciato di Yas Marina. La prova rappresenterà un altro tassello importante per consolidare il proprio vantaggio nella classifica: "Abbiamo molto da lavorare, ma penso siamo sulla buona strada per pensare in grande. Occorrerà stare molto attenti, perché non c’è gran differenza fra una macchina e l’altra. Siamo tutti molto agguerriti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resterà arancione. "Lunedì superiori aperte, ma rischiamo il rosso"

  • Guasto al congelatore dell'ospedale, andate perse 800 dosi del vaccino stoccato a Forlì

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

  • Coronavirus, palestre ancora chiuse. "Contagi ancora alti. La riapertura è lontana"

  • Riapre per pochi giorni il temporary outlet di Flamigni per vendere le scorte di panettoni e pandori

Torna su
ForlìToday è in caricamento