menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bahrain, Matteo Nannini sfoggia un'altra prestazione da urlo: primo punto in F2

Matteo Nannini archivia il lungo weekend del Gran Premio del Bahrain, primo round del mondiale di Formula 2, categoria anticamera della Formula 1, con un bellissimo risultato in cassaforte

Questa volta il punto c'è, è concreto ed è più che meritato. Matteo Nannini archivia il lungo weekend del Gran Premio del Bahrain, primo round del mondiale di Formula 2, categoria anticamera della Formula 1, con un bellissimo risultato in cassaforte. Il pilota di Forlì, debuttante della serie, dopo il 14esima nella Sprint Race 1 e il nono nella Sprint Race 2 di sabato sera, ha concluso infatti la Feature Race della domenica, articolata in 32 giri e con obbligo di pit stop, al decimo posto, recuperando ben nove posizioni. Un piccolo capolavoro.

VIDEO - Verso un sogno chiamato F1: alla scoperta dei segreti di Matteo Nannini

La gara

Accorto al semaforo verde e lontano da pasticci, il portacolori della Hwa Race Lab è riuscito ad evitare dopo poche centinaia di metri incidenti che hanno visto subito fuori gioco il compagno di squadra Alessio Deledda e Roy Nissany; si è sbarazzato alcuni giri più tardi di Guilherme Semaia e poi ha imposto il suo ritmo, tardando il più possibile il pitstop (18esimo giro) per tentare l'undercut su chi lo precedeva. La mossa si è rilevata azzeccata, perchè gli ha permesso altre posizioni, risalendo alla dodicesima piazza.

VIDEO - Matteo Nannini campione in pista e tra i banchi di scuola

La safety car entrata in pista per rimuovere la monoposto di Gianluca Petecof ha ricompattato il gruppo. E in questo frangente hanno commesso un'infrazione Christian Lundgaard e Felipe Drugovich, punita con cinque secondi di penalità. Il rush finale degli ultimi giri ha visto Nannini battagliare con un trenino di piloti, facendosi minaccioso su Thèo Pourchaire. Sul traguardo il 17enne è arrivato undicesimo, trasformatosi un bellissimo decimo posto grazie alla penalità di Lundgaard.

La gioia

“Naturalmente siamo contenti del risultato, avendo ottenuto il punto che sabato abbiamo mancato per pochissimo - afferma Nannini -. Personalmente non mi aspettavo di arrivare due volte nei primi dieci, ma è successo e significa che abbiamo lavorato bene. Le condizioni durante la Feature Race erano abbastanza difficili, tra forti raffiche di vento, molta sabbia e degrado gomme elevato. È stato complicato gestire gli pneumatici, ho avuto qualche difficoltà con le Hard e poi ho montato le Soft, con cui sono riuscito a recuperare parecchi secondi. Nel complesso siamo soddisfatti, è un ottimo punto di partenza per il team e siamo molto motivati. Vogliamo sempre di più".

Oltre al punto Nannini ottenuto senza la minima sbavatura archivia la lunga trasferta di Sakhir con un carico di esperienza importante in vista del secondo round del campionato in programma sul tracciato di Montecarlo nel weekend del 23 maggio. Ma il tour de force del giovane talento forlivese non finisce qui: il 3 e 4 aprile sarà infatti al Red Bull di Ring di Spielberg, in Austria, per una due giorni di test F3 (prima di tre sessioni di test pre-stagionali), l'altro campionato che disputerà in questo lunghissimo 2021.

La gara degli altri

La Feature Race è andata Guanyu Zhou, leader del campionato grazie ai punti conquistati con la pole di venerdì. Il cinese della Uni Virtuosi ha preceduto Dan Ticktum (Carlin) e Liam Lawson (Hitech Gran Prix). Fuori gara per un errore nelle battute finali Oscar Piastri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento