Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

F3, Barcellona magica per Matteo Nannini: dall'amarezza di sabato al primo podio stagionale

Barcellona si conferma una pista magica per il 17enne forlivese, che in Gara 3 ha bissato il risultato dello scorso anno

Ha occhi gentili e da cerbiatto, ma quando abbassa la visiera si trasformano in due palle di fuoco. Concentrati e carichi di determinazione. Sono le caratteristiche che hanno portato Matteo Nannini ad arpionare il primo podio della stagione nel round d'apertura del campionato di Formula 3, categoria anticamera della Formula Uno. E Barcellona si conferma una pista magica per il 17enne forlivese, che in Gara 3 ha bissato il risultato dello scorso anno, chiudendo al terzo posto alle spalle di Dennis Hauger e Jack Doohan.

Il portacolori della Hwa RaceLab ha così cancellato la delusione di Gara 2, dove è uscito di scena al penultimo giro dopo un contatto innescato dalla Prema di Hauger mentre era avviato ad una possibile vittoria. "Dopo quello che era successo volevo il podio", sono le parole a caldo di Nannini al termine della bandiera a scacchi. Il pilota di Forlì ha costruito il suo capolavoro dalla partenza: scattato brillantemente dalla quarta posizione, diligente in curva 1 dopo aver messo il naso della sua Dallara numero 14 davanti a tutti per qualche metro ("ero davanti alla partenza, ma ho preferito alzare il piede e non rischiare in curva 1"), ha tenuto il piede schiacciato sull'acceleratore in curva 3, prendendosi di forza la terza posizione.

Al secondo giro, approfittando di un errore di Victor Martins, si è issato al secondo posto, dando così la caccia alla Prema di Hauger. Il norvegese ha tenuto un vantaggio sufficiente per respingere gli attacchi del romagnolo, che ha dovuto nel frattempo cominciare a guardarsi alle spalle dall'arrivo della Trident di Doohan. L'arrivo dell'inglese è stato segnalato anche dai box del team Hwa RaceLab, ma Nannini ha replicato con un secco "Shut up, please!", concentrato a conservare la posizione e a non degradare troppo le gomme per il finale.

Il sorpasso di Doohan si è materializzato al dodicesimo giro; da li in poi Nannini ha amministrato il suo vantaggio sull'altra Prema di Olli Caldwell, tagliando il traguardo così al terzo posto. "E' stata una gara molto dura - ha confessato il forlivese -. Faceva molto caldo e non avevo un ottimo ritmo. L’intento iniziale era prendere il largo insieme a Hauger, ma ne aveva di più. Fino alla fine ho gestito bene le gomme senza avere di un vero e proprio crollo di prestazione. Sono contento per il primo podio e sono ottimista per il cammino in campionato". Nannini lascia la Spagna in nona posizione nella classifica piloti con 16 punti.

Archiviata la tappa del Montmelò, Nannini e il team Hwa RaceLab saranno impegnati il 12 e il 13 maggio in una due giorni di in-season test di F3 al circuito de Jerez-Ángel Nieto. Il prossimo weekend di gara per il forlivese sarà invece il secondo round del campionato di F2 a Monte Carlo dal 20 al 22 maggio ("non vedo l'ora che arrivi la gara, perchè è un'esperienza unica e li non ho mai corso"). La Formula 3 tornerà in pista nel fine settimana del Paul Ricard nell’ultima settimana di giugno.

Matteo Nannini e la festa del podio (Credit: Dutch Photo Agency)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

F3, Barcellona magica per Matteo Nannini: dall'amarezza di sabato al primo podio stagionale

ForlìToday è in caricamento