menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Prova sottotono per Austin Freeman

Prova sottotono per Austin Freeman

La Fulgor si scioglie sul più bello, alla fine brinda Piacenza 93-87

Forlì parte forte ma crolla nel secondo tempo sotto i colpi di super Voskuil. Per Freeman la peggior prova stagionale, bene invece l'esordio di Trapani

La sensazione è che con un play vero la MarcoPolo l'avrebbe spuntata, un play in grado di gestire i ritmi nei momenti topici e capace di non far arrivare i compagni sulle ginocchia nel finale. Peccato che di sensazioni non si campi. Alla fine, infatti, Forlì domina due quarti (toccato anche il +16, nel primo quarto) poi piano piano, causa le rotazioni ridotte all'osso, crolla fisicamente patendo la rimonta piacentina alimentata dalla prova super del danese Alan Voskuil (37 punti con un mostruoso 9/13 dalla lunga) e dalla solidità dell'ala Usa, Anderson. Bene alla sua prima in biancorosso, Joe Trapani, top scorer dei forlivesi con 18 punti. Insufficiente, invece, Freeman: appena 11 punti e apporto nullo nei pochi minuti passati in regia per l'ex Georgetown. In vista della gara con Sant'Antimo l'approdo di un regista titolare pare obbligatoria   

Primo quarto – Subito al via, la sorpresa tattica di Vucinic: in quintetto dentro Rob Casoli, dato per assente alla vigilia. Sarà l'effetto o la ruggine di Piacenza ferma da un turno, ma è Forlì a far la partita fin dalle prime battute: Freeman con una bomba dopo un rilascio velocissimo, Huff e Borsato sorprendono la molle Piacenza e dopo 3' è già +10, 3-13. CC Harrison prova ad accendere gli emiliani (7-15) ma Huff riporta con 5 punti consecutivi rimette prepotentemente le cose a posto: 7-20, 7'. Tony Easley mostra muscoli in difesa e piedi velocissimi in attacco, mettendo ettolitri di benzina nel motore romagnolo. Joe Trapani può così griffare i suoi primi due punti in biancorosso e il massimo vantaggio: +16, 10-26 8'30”. Infante lima il divario sul finire di quarto chiuso 14-26

Secondo quarto – Subito in scena il controbreak degli emiliani che ne insaccano 7 (tripla di Voskuil in transizione) e la Morpho rimette in equilibrio la gara portandosi a -5, 21-26 (11'20”). Trapani dalla lunga smorza gli entusiasmi (21-29, 13') ma Voskuil indossa ancora i panni del cecchino piazzando la seconda tripla della serata: 26-29 (14'). Forlì davanti alla zona 3-2 pecca di frenesia (e dalla lunetta il 5/9 di metà quarto grida vendetta) mentre in difesa non è più tonica come nel primo quarto. Il solo neo acquisto Joe Trapani tampona le falle (26-33) ma un antisportivo comminato a uno spento Freeman spingono Piacenza al lento recupero: al 16', i locali sono a -3, 31-34. Ci si attende da un momento all'altro il pareggio emiliano ma il duo Huff (13 punti nel primo tempo)-Borsato (8), complice il nervosismo della panchina Morpho (tecnico a Corbani al 17') poco a poco ritrova il bandolo del gioco e la MarcoPolo torna a veleggiare a +9, 39-48 che sigilla il tempo.

Terzo quarto – Avvio in sordina per entrambe le compagini. A rompere il ghiaccio è Easley (39-50, 23') ma è pronta Piacenza con Voskuil e Harrison (48-55, 25'). La gara s'accende coi lampi di Casoli (5 punti consecutivi) e Freeman in transizione: 48-59, 26'. A questo punto sul parquet cala severa sui forlivesi una cappa di stanchezza e poca lucidità: le gambe girano a vuoto e la difesa latita. Condizione ottimale per Voskuil che piazza la sua settima bomba su otto tentativi (57-61, 28'30”) dando il la all'inizio della fiammata Morpho. Trapani risponde con la stessa moneta (59-66, 29') ma ancora la guardia danese fa il fenomeno il suo 30° punto suona come inevitabile punizione per l'allegra difesa dei romagnoli. La sirena sorprende i contendenti sul 66-68.

Quarto quarto – Il mini intervallo non placa la crisi romagnola, anzi. Al banchetto, s'unisce anche Anderson e Piacenza riesce a metter la testa avanti: 73-68, 32'. Il cuore MarcoPolo pulsa ancora grazie a Trapani (tripla 73-71, 34') ma Anderson con 4 punti in serie tiene le distanze (80-75, 36'). Ancora l'ala ex Boston College e Casale, lima il gap dei romagnoli dalla lunga (80-78) ma – chiave di volta del match – Forlì fallisce due volte l'occasione dell'aggancio prima con una forzatura di Freeman poi con uno sfondamento proprio di Trapani. Occasione fallita, colpo patito. La frustata arriva ancora per mano di Voskuil (84-78, 38'10”) ma è un'inchiodata in contropiede del passaportato Amoroso (86-74, 39') a mettere il lucchetto sul successo emiliano.

Unione Cestistica Piacentina 93
FulgorLibertas Forlì 87


PARZIALI – 14-26; 39-48; 66-68

ARBITRI – Moretti, Bartoli e Rossi

MORPHO BASKET PIACENZA – Casella, Infante 9, Harrison 10, Passera 11, Scarone 3, Perego ne, Anderson 13, Amoroso 10, De Nicolao ne, Voskuil 37, Varrone ne, Scarionati ne. All. Fabio Corbani

MARCOPOLOSHOP.IT FORLÌ – Borsato 15, Freeman 11, Huff 17, Trapani 18, Easley 16, Basile, Natali 4, Bianchi ne, Casoli 6, Colosio ne. All. Nenad Vucinic

NOTE – Piacenza: 2p 22/47 (46%), 3p 13/25 (52%), tl 10/17 (59%), rimbalzi 32 (10 off); Forlì: 2p 25/47 (45%), 3p 8/21 (38%), tl 13/18 (72%), rimbalzi 35 (11 off) 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento