Il mondo del basket si stringe attorno alla famiglia Marisi: un minuto di silenzio nel derby Ravenna-Forlì

Domenica prossima verra’ osservato un minuto di silenzio prima del derby tra OraSì Ravenna ed Unieuro Forlì, in programma domenica prossima

Il mondo del basket romagnolo si stringe attorno alla famiglia di Marisi, sconvolta dall'improvvisa scomparsa del piccolo Diego di sette anni. Il dramma ha suscitato un vasto cordoglio in città, visto che la famiglia del bambino è molto conosciuta a Forlì per la sua attività nel basket locale: il nonno Adolfo Marisi è stato un giocatore ed allenatore e anche il padre Francesco ha giocato a lungo. Domenica prossima verra’ osservato un minuto di silenzio prima del derby tra OraSì Ravenna ed Unieuro Forlì, in programma domenica prossima. "Adolfo - ricorda il Basket Ravenna Piero Manetti - è stato apprezzato coach del Basket Ravenna ed il figlio Francesco ha militato nelle fila giallorosse".

Anche i Tigers si uniscono al cordoglio. Il presidente Giampiero Valgimigli ha espresso "le più sentite condoglianze all’intera famiglia Marisi, tradizionalmente impegnata da generazioni nel mondo della pallacanestro forlivese". Messaggio d'affetto anche dalla Pallacanestro Forlì 2.015: "Adolfo è stato uno dei più importanti giocatori nella storia del basket forlivese, papà Francesco è stato protagonista nelle minori forlivesi. Nell’infinito dolore di questi giorni, ci uniamo alla sofferenza della famiglia".

Anche l'Aics, squadra nella quale ha giocato Francesco, ha manifestato il proprio cordoglio. Messaggi d'affetto anche dai Raggisolaris Faenza e dalla Compagnia dell'Albero Ravenna: "Era il nipotino di Riccardo Marisi, nostro istruttore, amico e boscaiolo vero - viene scritto nella pagina Facebook -. Non ci sono parole, solo incredulità e rabbia. Non ci sono spiegazioni, non ci sono ragioni. A Riccardo e alla sua famiglia le nostre più sentite condoglianze. Tutti i boscaioli vi stringono in un grande abbraccio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento