menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Motociclismo, il Coni di Forlì-Cesena ricorda il delegato Fmi Claudio Gnani

"La figura, l’opera, ed il pensiero di Claudio, rappresentano un esempio di come si può e si deve vivere il ruolo di dirigente ed operatore di sport"

Il Coni di Forlì-Cesena ricorda con "stima ed affetto" Claudio Gnani, delegato provinciale della Federazione Motociclistica Italiana, scomparso il 20 dicembre scorso dopo alcuni mesi di malattia. Per molti anni è stato un punto di riferimento del Gruppo Commissari di Gara FMI per poi divenire anche Delegato Provinciale di Forlì e Cesena della FMI. Nel 2017 era stato insignito della Stella di Bronzo al Merito Sportivo Coni e il 21 dicembre il presidente FMI Giovanni Copioli, nel corso delle Premiazioni Mototurismo a Foligno lo ha ricordato con un commosso saluto.

"La figura, l’opera, ed il pensiero di Claudio, rappresentano un esempio di come si può e si deve vivere il ruolo di dirigente ed operatore di sport - è la premessa -. La Romagna, da sempre terra di motori, lo ha visto divenire protagonista giovanissimo, non già come pilota o centauro, bensì su quell’area essenziale, senza la quale nessuna disciplina sportiva potrebbe vivere le sue migliori forme: che va dall’organizzazione, al controllo per il felice esito delle manifestazioni; dall’impianto propagandistico e di proselitismo, alla stesura dei regolamenti e alla positività degli stessi alla riprova dei fatti".

"Nel 1982, a soli 24 anni, era già Verificatore Sportivo e Commissario di Percorso Autodromi, nonché progressivamente Ufficiale di gara a tutte le discipline motoristiche, dalla Formula Uno alla MotoGP - viene ricordati -. Indi Commissario di gara e fonometrista, poi, dal 2003, coordinatore eegionale nel settore Turismo e dal 2005, appunto, Delegato Provinciale della F.M.I. Grande organizzatore di eventi nazionali ed internazionali e di iniziative di solidarietà verso le popolazioni terremotate. Nel 2017 Stella di Bronzo al Merito Sportivo del Coni. Un amico, ed un sicuro riferimento per piloti e dirigenti che se ne è andato in silenzio, lasciando al rombo dei motori il compito di imprimere nell’osservatorio la sua immagine di uomo pragmatico e denso di sentimenti".

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento