menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Motogp, 2020 senza Gp d'Italia: non ci sarà la tappa al Mugello. Due round a Misano

La pista toscana ha cominciato ad ospitare il Motomondiale dal 1976, diventato una tappa fissa ed iconica a partire dal 1991.

Il Motomondiale non farà tappa al Mugello. Fim, Irta e Dorna Sport hanno annunciato la cancellazione del Gran Premio d’Italia. Dopo un primo posticipo dell’appuntamento causato dalla pandemia di Covid-19, le nuove modifiche apportate al calendario costringono gli enti organizzatori del campionato a dare appuntamento del 2021. La pista toscana ha cominciato ad ospitare il Motomondiale dal 1976, diventato una tappa fissa ed iconica a partire dal 1991.

"Nonostante lo sforzo comune per trovare una soluzione pratica, l’impossibilità di mettere in scena un evento aperto al pubblico, così come le difficoltà che sono emerse da questa situazione eccezionale, non ci hanno permesso di trovare una nuova data per il Gran Premio d’Italia", afferma Paulo Poli, amministratore delegato del Mugello Circuit - Invito i tifosi a tornare al Mugello nel 2021 per quello che sarà, come sempre, uno degli eventi più rappresentativi della stagione".

"È con il cuore spezzato che annunciamo la cancellazione dell’appuntamento al Mugello - parla Carmelo Ezpeleta, amministratore delegato di Dorna Sports -. Purtroppo non siamo riusciti a trovare una soluzione ai problemi logistici e operativi derivanti dalla pandemia e dalla riorganizzazione del calendario per poter visitare il circuito in questa stagione. Sarà una grande assenza quella del Mugello, è uno dei circuiti più belli del mondo e siamo molto orgogliosi di chiamarla la sede del Gran Premio d’Italia". Il Mugello dal 2017 ha regalato non poche soddisfazioni alla Ducati, che ha calato un tris di vittorie: Andrea Dovizioso, Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci.

Il Motomondiale farà invece tappa al Misano World Circuit, ospitando secondo indiscrezioni due appuntamenti: il primo il 6 settembre e il secondo sette giorni più tardi. Il campionato prenderà il via 19 luglio da Jerez De La Frontera, nel sud della Spagna, tracciato che ospiterà la settimana successiva il secondo appuntamento.

Il 9 agosto si corre in Repubblica Ceca a Brno, mentre il 16 e 23 agosto in Austria a Spielberg. Dopo i due appuntamenti in Riviera, il Circus farà tappa ad Aragon il 4 ottobre. L'11 ottobre si correrà a Le Mans, il 23 a Barcellona. L'8 e il 15 novembre appuntamento a Valencia. Da definire la possibilità di inserire nel calendario gli appuntamenti di Buriram in Thailandia il 29 novembre e a Sepang in Malesia il 6 dicembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento