MotoGp, Andrea Dovizioso rinuncia al ruolo di tester Yamaha e si prende un anno sabbatico

Andrea Dovizioso ha sciolto le riserve sul suo futuro. Il 2021, salvo colpi di scena, non sarà sulla griglia di partenza della MotoGp

Nè tester Honda, nè tester Yamaha, nè tantomeno un futuro in Aprilia. Andrea Dovizioso ha sciolto le riserve sul suo futuro. Il 2021, salvo colpi di scena, non sarà sulla griglia di partenza della MotoGp. Il forlivese, dopo un 2020 particolarmente difficile, segnato dai contrasti in casa Ducati culminati col divorzio, ha deciso di prendersi un anno sabbatico.

Probabilmente sarà impegnato in qualche gara di motocross o di automobilismo nell'attesa di un 2022 che vedrà diversi contratti in scadenza e la possibilità quindi di rientrare nel Circus della MotoGp. Dovizioso ha così rinunciato all'offerta di diventare tester Yamaha, declinando l'offerta nel weekend appena trascorso a Valencia. Lo stop del forlivese ricorda quello di Alain Prost in Formula Uno dopo un 1991 disastroso con la Ferrari: 1992 lontano dalle corse e 1993 rientro con la Williams vincendo il titolo.

Chissà che nel 2022 l'ex iridato della 125cc non possa trovare un team con il quale dare nuovamente la caccia a quel titolo che gli è sfuggito per tre anni di fila dal 2017 al 2019 a favore di sua maestà Marc Marquez. Proprio nell'anno in cui il marziano si è autoeliminato, Dovizioso non ha avuto il supporto necessario per provare a mettere le mani sull'iride, oltre a dover fare i conti con un feeling mai nato con le nuove Michelin. Il divorzio con la Casa di Borgo Panigale poi avrà inciso sul suo morale e sulle sue ambizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento