rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Sport

MotoGp, "DesmoDovi" è la bestia nera di Marquez. Merita il rinnovo in Ducati

Il forlivese merita la conferma della casa di Borgo Panigale e probabilmente il futuro sarà in rosso

Andrea Dovizioso 3 Marc Marquez 0. Sul corpo a corpo non c'è storia. Da quando si è accesa la rivalità sportiva in pista tra il forlivese e il sei volte campione del mondo spagnolo il portacolori della Ducati ha prevalso in tutti i duelli ravvicinati. Quello andato in scena nel chiaro di luna di Losail non è stato altro che un remake di quanto visto già in Austria e Giappone nella passata stagione. Ultimi giri da brivido, con "DesmoDovi" a prevalere sul "marziano" di un nulla. "Non ne parliamo troppo, che Marquez se la prepara meglio la prossima volta", ha scherzato il talento romagnolo ai microfoni di Sky. E il 93 ha reso onore all'ex campione del mondo della 125cc: "Ci ho provato, ma lui aveva più passo e si è meritato la vittoria".

 

La vittoria di Dovizioso in Qatar (Ducati Press)

Dopo tre terzi posti è finalmente arrivata la vittoria in Qatar, l'ottava con i colori della Ducati, la nona nella top class. Un capolavoro tattico, costruito nelle libere, con la ciliegina finale del corpo a corpo contro un campione con la c maiuscola. "E' una liberazione perchè bisognava vincere a tutti i costi - ha affermato Dovizioso -. E' un inizio favoloso, abbiamo lavorato bene in pista e anche in fabbrica. Abbiamo fatto uno step avanti rispetto allo scorso anno, gestendo un weekend che si è disputato in condizioni difficili. Alla fine eravamo tutti sulle tele e non c'era grip al posteriore". E poi il duello finale, da urlo: "Sono molto soddisfatto di come ho gestito l'ultima curva, anche perchè Marc l'ha chiusa di più rispetto alle altre volte. Non era facile, poi ho usato i cavalli della Ducati per vincere".

Il forlivese merita la conferma della casa di Borgo Panigale e probabilmente il futuro sarà in rosso. Sulla questione rinnovo pesa la scomoda posizione di Jorge Lorenzo, con un ingaggio da paura, ma che al momento non sta raccogliendo quanto in Ducati si attendevano. Honda, con Marquez, e Yamaha, con Valentino Rossi e Maverick Vinales, hanno già annunciato il prolungamento dei rispettivi matrimoni. Il team manager Davide Tardozzi ha aggiornato sulla questione, sempre ai microfoni di Sky: "E' chiaro che ne stiamo parlando, c'è dialogo col suo management e non c'è fretta. La volontà è quella di andare avanti insieme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp, "DesmoDovi" è la bestia nera di Marquez. Merita il rinnovo in Ducati

ForlìToday è in caricamento