MotoGp Barcellona, disastro Dovizioso in qualifica. Super Morbidelli. Rossi in prima fila

Dopo aver fatto sperare nelle prime libere del venerdì, il leader del campionato ha faticato e non poco a trovare il giusto ritmo, specie sul time attack

Niente da fare per Andrea Dovizioso. Il forlivese non riesce proprio a dare del tu alle Michelin 2020 e anche a Barcellona è chiamato ad una gara tutta in rimonta. Dopo aver fatto sperare nelle prime libere del venerdì, il leader del campionato ha faticato e non poco a trovare il giusto ritmo, specie sul time attack, non andando oltre il 17esimo crono nelle qualifiche del Gran Premio di Catalogna. Per il portacolori della Ducati diventa sempre più difficile lottare in queste condizioni per il titolo mondiale. E domenica dovrà limitare i danni e sperare che gli avversari che lo precedono in classifica si tolgano punti a vicenda. Perchè in una classica così corta qualunque piazzamento può fare la differenza.

“Purtroppo fatico ancora a capire come frenare in maniera efficace e questo ovviamente complica tutto, soprattutto in qualifica - spiega Dovizioso -. Non sentendomi a mio agio in frenata, non riesco ad essere veloce come vorrei e a sfruttare bene le gomme. È un peccato perché il nostro passo non è male, ma la nostra posizione in griglia sicuramente non renderà facile la nostra gara".

Dopo Misano, anche a Barcellona è la Yamaha la moto da battere. E Franco Morbidelli, risolti i problemi fisici, è tornato in versione hammer time. Il vincitore del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini si è preso la pole position con uno straordinario 1'38"798, rifilando ben 210 millesimi al compagno di squadra Fabio Quartararo e 331 al futuro vicino di box Valentino Rossi, che nel 2021 vestirà i colori del team Petronas. In ombra Maverick Vinales, vincitore del Gran Premio dell'Emilia Romagna, solo quinto a sandwich tra le Ducati di Jack Miller e Johann Zarco. Weekend al momento deludente anche per "Pecco" Bagnaia, solo 14esimo. Meglio dell'ex iridato della Moto2 ha fatto Danilo Petrucci, nono. Nella top ten anche le Ktm di Pol Espargaro e Brad Binder (settimo e decimo), ottavo Joan Mir (Suzuki).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resterà arancione. "Lunedì superiori aperte, ma rischiamo il rosso"

  • "Io apro", 30 clienti a tavola. Ristoratore forlivese multato: "Un segnale per smuovere la situazione"

  • Guasto al congelatore dell'ospedale, andate perse 800 dosi del vaccino stoccato a Forlì

  • Meteo, ondata di freddo in arrivo: "Ma non parliamo di gelo. L'inverno continuerà ad essere dinamico"

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

Torna su
ForlìToday è in caricamento