MotoGp, Dovizioso ko a Barcellona: Zarco scivola e colpisce il forlivese, zero pesante

Nel 2018 cadde mentre si trovava in terza posizione, mentre lo scorso anno rimase coinvolto in una carambola innescata dalla Repsol Honda di Jorge Lorenzo

Uno zero pesantissimo. E' durata tre curve il Gran Premio di Catalogna di Andrea Dovizioso. Scattato alla grande dalla 14esima posizione, il forlivese - risalito nelle prime otto posizioni - è finito a terra dopo un contatto con la Ducati del team Avintia di Johann Zarco. Dopo la vittoria del 2017 si tratta della terza caduta in tre anni per il portacolori della Ducati. Nel 2018 cadde mentre si trovava in terza posizione, mentre lo scorso anno rimase coinvolto in una carambola innescata dalla Repsol Honda di Jorge Lorenzo.

Dovizioso, che non ha riportato conseguenze fisiche, ha raggiunto poi mestamente il retrobox. Incolpevole l'ormai ex leader del campionato: un errore di Danilo Petrucci ha tratto in inganno Zarco, che probabilmente, frenando troppo, è scivolato, finendo addosso allo sfortunato pilota di Forlì.

Alla vigilia della gara spagnola l'ex iridato della 125cc e tre volte vicecampione del mondo nella classe regina era uno dei due piloti che aveva messo a segno punti ad ogni gara quest'anno con Takaaki Nakagami. E come negli ultimi due anni Barcellona può diventare decisiva per le sorti iridate di Dovizioso. Il forlivese fa della regolarità uno dei suoi punti di forza. E come accaduto nel 2018 e nel 2019, il tracciato catalano spezzò la tabella di marcia programmata per la scalata alla testa mondiale.

"Cadere alla seconda curva è sempre molto pesante e sono dispiaciuto per come è andata la gara - afferma Dovizioso -. Mi ero concentrato nel fare una buona partenza e al fondo del rettilineo ero riuscito a recuperare diverse posizioni. Purtroppo sono rimasto coinvolto in un incidente al primo giro, frutto di una normale dinamica di gara. Il campionato è potenzialmente ancora aperto ma per poterci giocare il titolo servirà, ora più che mai, riuscire a tornare ai livelli di competitività ai quali eravamo abituati".

Vince Quartararo

La gara ha visto la fuga delle tre Yamaha di Fabio Quartararo, Valentino Rossi e Franco Morbidelli. A nove giri dalla fine il secondo colpo di scena del gran premio, con l'uscita di scena del "Dottore", scivolato nella curva 2 mentre occupava la seconda piazza alle spalle di Quartararo. Secondo zero consecutivo per il nove volte campione del mondo che lo metto praticamente definitivamente fuori per la corsa al titolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel finale Morbidelli è stato sopravvanzato dalle Suzuki di Joan Mir e Alex Rins perdendo così il podio. Nessun problema per Quartararo, che si è preso la terza vittoria stagionale e riprendendosi così la testa del campionato. Quinta e sesta posizione per le Ducati Pramac di Jack Miller e "Pecco" Bagnaia ad oltre tre secondi dal vincitore. Quartararo guida con 108 punti con 12 punti su Mir e 18 su Maverick Vinales, solo nono con la Yamaha del team Monster, mentre Dovizioso è precipitato a -24. Si torna in pista dal 9 all’11 ottobre sul circuito di Le Mans per il Gran Premio di Francia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Forlì spiccherà il volo verso Spagna, Germania e Ungheria: ufficializzata la terza compagnia

  • La Juventus di Cristiano Ronaldo atterra all'aeroporto Ridolfi di Forlì

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

  • Due morti e un nuovo picco di contagiati nel Forlivese, altri due casi in più alla "San Camillo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento