Sport

MotoGp, Dovizioso non si sbilancia sul futuro in Ducati: "Per battere Marquez ci manca l'ultimo tassello"

Andrea Dovizioso è stata la guest start di un evento organizzato dalla casa di Borgo Panigale e Lego a Modena

Non si sbilancia sul futuro ("Rinnovo con Ducati? Vedremo, vi faremo sapere"), ma è già carico e concentrato per il primo round del campionato MotoGp, che prenderà il via il 19 luglio a Jerez De La Frontera. Andrea Dovizioso è stata la guest start di un evento organizzato dalla casa di Borgo Panigale e Lego a Modena. La partnership tra Ducati e il marchio dei mattoncini più famoso al mondo si è concretizzata nella realizzazione di una Ducati Panigale in scala 1:1 realizzata con 15mila pezzi, prevalentemente in rosso.

A soffermarsi sulle caratteristiche "davvero straordinarie" della Ducati Panigale V4 R è stato lo stesso Dovizioso, che in chiusura dell'evento si è posizionato accanto al modello di dimensioni reali proprio come se fosse la presentazione di un modello vero di Ducati pronto ad essere lanciato sul mercato: "È affascinante come quella vera, non mi sarei mai aspettato un risultato così"

L'occasione è stata per parlare dell'avvio della stagione e di come ha trascorso il periodo di lockdown: "All'inizio è stato destabilizzante, poi mi sono prefissato degli obiettivi senza avere delle date di riferimento per l'avvio del campionato e quindi ho trascorso dei mesi lavorando più del passato non avendo a che fare con gare ed eventi. Sono più preparato degli altri anni, concentrandomi tanto anche con la moto da cross nell'ultimo mese e mezzo".

"E' stato positivo, perchè sono tornato in moto, e farò anche una gara a breve (a Faenza si disputerà a fine giugno la prima prova del campionato regionale, ndr) per rientrare nella routine della tensione - ha spiegato -. Sappiamo che può essere rischioso, ma quest'anno è importante essere il più pronti possibili, partendo da freddi. Faremo un test il mercoledì e poi subito la gara. Si partirà senza ritmo, una fase mai sperimentata. Per questo motivo tutto quel che si può fare per arrivare pronti al via secondo me funzionerà".

Per quanto riguarda la rivalità con la Honda di Marquez, il tre volte vice campione del mondo della classe regina dal 2017 è stato chiaro ai microfoni di Sky Sport: "Ci manca ancora un tassello per batterlo, lo stiamo cercando da tre anni. L'ultimo è sempre il più difficile, ma ci stiamo lavorando". Sul futuro in Ducati: "Vedremo, vi faremo sapere...", scherza il forlivese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp, Dovizioso non si sbilancia sul futuro in Ducati: "Per battere Marquez ci manca l'ultimo tassello"

ForlìToday è in caricamento