menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

MotoGp, Rossi torna alla vittoria. Impresa di Lorenzo. Crisi Ducati

Ancora un boccone amaro da digerire per Andrea Dovizioso. Il pilota di Forlì non è andato oltre la decima posizione nel settimo round olandese del Motomondiale ad Assen, che tradizionalmente si disputa di sabato, chiudendo persino dietro la CRT di Pol Espargaro

Ancora un boccone amaro da digerire per Andrea Dovizioso. Il pilota di Forlì non è andato oltre la decima posizione nel settimo round olandese del Motomondiale ad Assen, che tradizionalmente si disputa di sabato, chiudendo persino dietro la CRT di Pol Espargaro, che ha ottenuto un dignitoso ottavo posto. "Per come si prospettava, abbiamo contenuto un po' i danni - ha affermato il portacolori della Ducati -. Il nostro gap rispetto ai primi è sempre notevole, ma rispetto a quello che avevamo fatto nelle prove siamo migliorati".

Dovizioso ha chiuso davanti a Nicky Hayden: "L'ho seguito per tutto il tempo, ho guidato molto forte, ma è stata veramente dura mantenere il passo. Abbiamo spinto forte per tutta la gara, prendendo vari rischi per cercare di raggiungere Espargaro e Bautista, e alla fine ce l’abbiamo fatta, ma purtroppo eravamo veramente al limite e non siamo riusciti a combattere con loro".

Tra i due piloti della rossa è stato duello: "All’ultima curva ho passato Nicky abbastanza al limite, ma non credo di aver commesso alcuna scorrettezza, la esse di Assen è famosa per questo. Purtroppo però combattendo all’ultima staccata siamo usciti piano e Smith ci ha passato in velocità. Peccato, però è la conferma della nostra difficile situazione".

Assen 2013 passerà nella storia per il ritorno alla vittoria di Valentino Rossi dopo 44 gare all'asciutto (l'ultima risale al 10 ottobre del 2010 in Malesia), e per l'impresa di Jorge Lorenzo, il quale, a meno di 36 ore dall'operazione alla spalla sinistra, ha avuto il coraggio di tornare in moto e chiudere al quinto posto dietro Marc Marquez (Honda), Cal Crutchlow (Yamaha) e Dani Pedrosa (Honda). Punti pesantissimi per il campione del mondo 2012, che vede così perdere solo due punti dal leader del campionato Pedrosa.

"Adesso spero di poter stare a questo livello sempre - è l'auspicio di Rossi -. Qualche volta andrà bene, altre meno. Ma l'importante è stare lì perché la velocità ce l'ho sempre". Lorenzo non si definisce eroe: "Io sono uno fortunato che mi pagano per fare questo, che è quello che mi piace. Sono felicissimo del risultato in chiave campionato".

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento