Sport

Natale e Santo Stefano in palestra per l'Unieuro: Forlì cerca la sesta perla a Roma

In caso di vittoria, e senza guadare i risultati degli altri, l’Unieuro chiuderebbe il 2020 da prima in classifica: "Certamente ci farebbe piacere. Vincere è bello, ma la strada è sempre la solita"

Non c'è stato il tempo sufficiente per godere della vittoria contro l'OraSì in quel di Ravenna. L'Unieuro Forlì torna in campo a distanza di quattro giorni per affrontare al Pala Avenali di Romagna l'Eurobasket, con palla a due domenica pomeriggio alle 17. Niente pandoro e panettone per i biancorossi di coach Sandro Dell'Agnello, ma sudore in palestra in vista del sesto appuntamento stagionale. "Il 24 abbiamo fatto terapie e recupero fisico, mentre venerdì e sabato allenamento - spiega il coach -. Giocare ogni tre giorni non è abitudine della serie A2, quindi è una situazione un po’ particolare, ma la cosa non mi preoccupa perché ho massima disponibilità da parte dei miei giocatori".

Si affronta l’Eurobasket, che arriva da tre vittorie nelle cinque partite giocate: "Non abusano del tiro da tre, ma in questa statistica sono una delle migliori squadre per percentuale di realizzazione del campionato. Hanno due punte ben dichiarate come Olasewere e Gallinat che prendono molto iniziativa, ed hanno aggiunto Magro che dà stazza e fisicità. Gli piace molto correre, quindi per prima cosa dovremo impedire questa peculiarità, andando bene a rimbalzo d’attacco e non concedendo loro contropiedi facili: proprio per questo, servirà equilibrio e raziocinio anche in attacco".

In caso di vittoria, e senza guadare i risultati degli altri, l’Unieuro chiuderebbe il 2020 da prima in classifica: "Certamente ci farebbe piacere. Vincere è bello, ma la strada è sempre la solita: piegare le gambe in difesa, passarsi la palla e giocare di squadra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale e Santo Stefano in palestra per l'Unieuro: Forlì cerca la sesta perla a Roma

ForlìToday è in caricamento