Nuovo ingresso nello staff dell'Unieuro: coach Dell’Agnello ha un nuovo assistente allenatore

Nel corso della sua carriera, ha sempre svolto il doppio ruolo di assistente allenatore per la squadra senior e, contemporaneamente, quello di “capo allenatore” di un gruppo del settore giovanile

La Pallacanestro 2.015 sceglie Danilo Quaglia come assistente allenatore (con il confermato Francesco Nanni) di coach Sandro Dell’Agnello per la stagione 2020/2021. Abruzzese classe 1994, da assistente allenatore delle squadre “senior”, Quaglia dal 2012 al 2017 si è seduto sulla panchina dei Roseto Sharks, per poi passare al Giulianova Basket 85 nel 2018, e all’Assigeco Piacenza nella scorsa stagione.

Nel corso della sua carriera, ha sempre svolto il doppio ruolo di assistente allenatore per la squadra senior e, contemporaneamente, quello di “capo allenatore” di un gruppo del settore giovanile della società di appartenenza. Queste le prime parole di Quaglia: “Sono veramente felicissimo e orgoglioso di cominciare questa avventura: ho seguito la squadra in questi anni, e ho notato la crescita che c’è stata sia sul campo, sia in ambito societario. È stato allestito un roster importante, e speriamo di potere iniziare la stagione con il nostro pubblico: ho affrontato Forlì da avversario, e so quanto è importante il fattore campo, con il clima che si respira all’Unieuro Arena”. “Danilo è un ragazzo che ha grande voglia di mettersi in gioco e di crescere, pur avendo già fatto esperienze analoghe in questo stesso campionato – lo introduce così, coach Sandro Dell’Agnello – Viene a completare uno staff giovane, dinamico e con grande voglia di fare e fare bene”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento