menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piccoli calciatori crescono: alla Pianta corsi gratis fino a giugno

Fondata nel 1960 dal parroco don Guido Sansavini, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Pianta mette gratuitamente a disposizione dei genitori che volessero provare l’attitudine pallonara dei propri bimbi, staff, allenatori e impianti di via Tripoli

La Scuola Calcio Pianta offre corsi gratuiti fino a giugno. Alzi la mano il genitore che non sogna per il figlio un futuro da campione dello sport. Fondata nel 1960 dal parroco don Guido Sansavini, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Pianta mette gratuitamente a disposizione dei genitori che volessero provare l’attitudine pallonara dei propri bimbi, staff, allenatori e impianti di via Tripoli. In media, solo uno su 40.000 allievi diventa un professionista del calcio.

“E’ vero – commenta il vice presidente dell’Asd Pianta Piero Sabbatani - ma questo non deve trattenere un papà e una mamma dall’affidare per qualche ora il loro piccolo ad uno dei nostri 18 allenatori, tutti patentati. Farlo adesso non costa nulla”. Frequentare una scuola di calcio significa anche imparare a stare in gruppo, a misurarsi con un obiettivo e a sacrificarsi per gli altri. “L’esperienza e la competenza per valutare i ragazzi – continua Sabbatani - non ci mancano. Basta poco per incoraggiare un bimbo all’attività sportiva. E’ un servizio che ci offriamo di dare gratuitamente fino a giugno”. Male che vada, i bimbi avranno scoperto un mondo dove s’impara a tirare calci ad un pallone, ma anche a convivere secondo i principi della lealtà e del rispetto, un luogo dove si cresce, ci si educa, si socializza fra ragazzi e adulti, si impara a vincere, perdere e a rispettare le regole”.

Forte di 31 dirigenti, 18 allenatori e 17 collaboratori, la Scuola Calcio Pianta si regge sulle rette dei 296 allievi e sulla passione degli operatori, che si dedicano dietro un semplice rimborso spese. Anche se il professionismo calcistico è una prospettiva per pochi, attualmente calcano le scene professionistiche, provenienti dalla Pianta, Nicola Ravaglia, portiere del Cesena in serie B, Angelo Bencivegna calciatore della Pro Vercelli, sempre in B, Sorin Radoi che milita nel Sant’Arcangelo, serie C2, Marco Sozzi giocatore del Forlì, sempre in C2, e infine Sirri Alex della Giacomense. Sabbatani insiste: “Il nostro obiettivo primario rimane la proposta di un ambiente educativo”. Altri elementi a disposizione dei genitori per decidere di affidarsi agli esperti Pianta, sono il radicamento sul territorio, l’origine parrocchiale e la finalità educativa della scuola. Senza dimenticare la continuità dell’attività: i ragazzi cominciano da piccolissimi, a 5-6 anni, e arrivano all’età adulta senza mai cambiare squadra, sede di allenamento e amici. Per i più piccoli è possibile ritrovarsi ed allenarsi anche nei mesi invernali, disponendo la Pianta Calcio di impianti coperti. Ma c’è pure tutta una serie di attività collaterali, come campus in montagna, incontri formativi-educativi, partecipazione ed organizzazione di tornei locali e lontani.

In via Tripoli s’insegna anche la solidarietà: è storia di questi giorni lo straordinario legame solidale fra la Scuola Calcio Pianta e gli allievi della ‘Ecole de football’ di Mbour, in Senegal. Merito dell’allenatore degli esordienti B Massimiliano Piolanti. Appena rientrato da un viaggio in Africa, il “mister” ha lanciato l’idea di una raccolta scarpe da calcio, da spedire a quei piccoli angeli. Il suo appello ha avuto un consenso entusiasta. Un plauso ai ragazzi della scuola calcio Pianta, ma soprattutto al buon clima educativo instaurato nella prestigiosa “cantera” di via Tripoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento