menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pontedera-Forlì, che show. Una magia di Petrascu regala la vittoria

E' finita con un pirotecnico 4-3 per il Forlì la seconda sfida scudetto che vedeva i biancorossi impegnati contro il Pontedera. A decidere il match, in "zona Cesarini", una magia di Petrascu al 92'

E’ finita con un pirotecnico 4-3 per il Forlì la seconda sfida scudetto che vedeva i biancorossi impegnati contro il Pontedera. A decidere il match, in “zona Cesarini”, una magia di Petrascu al 92’. Che sarebbe stato un match ricco di emozioni lo si è capito dopo appena un giro di lancette, con i romagnoli immediatamente pericolosi con Petrascu. Non si è fatta attendere la risposta dei padroni di casa, che si è presentato dalle parti di Casadei senza incutere timore.

Al 6’ Pontedera in vantaggio grazie ad un calcio di rigore di Carfora fischiato dall’albitro per un fallo di Orlando su Arrighini. Sono però bastati 14 minuti alla banda di Attilio Bardi per ristabilire la parità, grazie ad un preciso diagonale di Bergamaschi. La gioia dei biancorossi è durata appena 4 minuti. Già perché al 24’ Arrighini si è fiondato su un lancio di Caponi, beffando con una conclusione chirurgica l’estremo difensore del Forlì.

Ma gli ospiti non si sono dati per vinti e al minuto 34 hanno trovato nuovamente la parità con un’incornata di Petrascu, abile ad anticipare Passariello. Nell’azione di gioco i due si sono scontrati, rimanendo temporaneamente per terra. Entrambi dopo le cure del caso hanno ripreso a giocare. Sul finale di primo tempo clamorosa opportunità sprecata da Carfora.

Ad inizio ripresa, partenza a razzo del Pontedera che ha colpito un legno a porta vuota con un colpo di testa di Vettori. Al 52’ azione pericolosa del Forlì orchestrata da Melandri, Semerarto e Bergamaschi, ma malamente conclusa da Mordini. Al 56’ ancora Forlì, questa volta con una conclusione imprecisa di Petrascu. Al 59’ Pontedera nuovamente avanti, con una bellissima punizione di Carfora dai venticinque metri.

 Ancora una volta gli undici di Bardi sono costretti alla rimonta, trovando il pareggio al 72’ con un destro di Petrascu, ben servito da Mordini. All’ottantesimo il bomber romeno ha sfiorato il vantaggio con un conclusione respinta a fatica da Sollazzi. All’85 ancora Petrascu, imbeccato da Belluzzi, si è divorato la palla del possibile 4-3, sparando alto. Due minuti più tardi doppia
chanches per il Pontedera con un tiro di Nolè respinto da Casadei e quindi di Arrighini, che ha calciato sul portiere a terra.

Finale con il Forlì in avanti. L’arrembaggio dei romagnoli è stato premiato al 92’ con un bellissimo sinistro ad incrociare di Petrascu, che ha così finalizzato al meglio un contropiede di Mordini. Il Forlì si qualifica alle semifinali della poule scudetto se domenica finisce in parità la sfida tra Salerno-Hinterreggio, con entrambe le compagini obbligate alla vittoria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento