menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porsche Gt Cup: il forlivese Andrea Sapino conquista il secondo posto al Mugello. Sorridono anche i Fumagalli

Nella D-Factory Cup piazzamenti anche per gli altri piloti forlivesi in gara: Nicola Sarcinelli e Massimiliano Brini

Si è svolta all'Autodromo del Mugello l'ultimo appuntamento della Porsche Club Gt Cup, competizione automobilistica organizzata dal Porsche Club Umbria, sotto l'egida di Acisport.  La serie era suddivisa in quattro categorie distinte con classifiche separate. Nella Paddock Gt, con la vittoria ottenuta in terra toscana, il ravennate Carlo Manetti si è laureato campione di questo trofeo. Al traguardo anche i suoi conterranei Alberto Migliardi e Giorgio Errani, padre della tennista Sara; nella Panta Gt3, un altro ravennate si è messo in luce, Marco Pellegrino, terzo in gara e terzo in campionato. Nella D-Factory Cup, il Team Piloti Forlivesi schierava Andrea Sapino, Nicola Sarcinelli e Massimiliano Brini, rispettivamente secondo, quinto e decimo in gara. Intanto a seguito del blocco di tutte le attività sportive a San Marino, causa Covid, sono stati annullati sia l'Halloween Rally Ronde, che poteva contare su settantacinque iscritti, che la regolarità San Marino Story, ultimo appuntamento del Trofeo Della Romagna.

Chiusura di stagione al top anche per Alberto e Riccardo Fumagalli, lo scorso fine settimana impegnati sul circuito del Mugello nel conclusivo round del Time Attack Italia, la serie "sprint" che ha visto padre e figlio fare la loro seconda apparizione dopo l'esordio assoluto di Imola dello scorso settembre. Ancora una volta per l'equipaggio lombardo i saliscendi toscani si sono rivelati "magici". Dalla vittoria ottenuta nel 2019 da Alberto nella Coppa Italia Turismo, al successo messo a segno domenica da Riccardo, autore del migliore responso della classe PRO 3700.  Al Mugello, Fumagalli "junior" ha difatti stabilito con la BMW M3 E90 gestita dalla Scuderia Piloti Forlivesi, il tempo di 2'00"994, rifilando oltre un secondo e mezzo alla Ginetta G55 di Massimo Navatta.

Vittoria a mani basse quindi per Riccardo Fumagalli, autore di un "flying lap" perfetto, ineccepibile, in quello che è uno dei raggruppamenti in generale più affollati. Ma non è tutto, perché a completare il podio è stato Alberto Fumagalli, sempre con la vettura bavarese autore del terzo crono di categoria. Cala così il sipario su una stagione quanto meno movimentata per padre e figlio, protagonisti durante la prima parte nella stessa Coppa Italia Turismo del Gruppo Peroni Race di cui sono ormai degli abituè, per poi maturare la scelta di approdare in una serie per loro del tutta nuova ed in grande ascesa. Sempre nell'ottica di un 2021 che si spera possa rivelarsi più stabile, anche alla luce della situazione globale che quest'anno, inevitabilmente, ha portato ad uno stravolgimento dei programmi. 

fumagalli-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Fitness

Rassodare il seno: gli esercizi push up da fare a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento